Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo, dei giochi da tavola/videogiochi e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e sono laureata in una facoltà che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

lunedì 10 giugno 2019

Recensione: 'Il Mistero della Casa del Tempo' di John Bellairs

Buongiorno amici lettori e buon inizio settimana! So che avevo detto che avrei ripreso a leggere e pubblicare, ma.... come già saprete grazie al mio profilo Instagram, nell'ultimo mese ho avuto un vero e proprio calo della voglia di leggere a causa di un libro che mi ha fatta bloccare. Alla fine ho deciso di abbandonarlo, cosa che non faccio mai, e con piacere mi sono resa conto di aver preso la scelta giusta visto che subito dopo ho preso un altro libro (questo) e lo ho finito in una serata.
Prima di passare alla recensione vi chiedo anche qui sul blog se vi è mai capitato di rimanere colpiti così negativamente da un libro al punto da farvi passare totalmente la voglia di leggere. Se vi è successo, come vi siete sbloccati?

Titolo: Il Mistero della Casa del Tempo
Autore: John Bellairs
Pagine: 165
Prezzo: € 16,00
Editore: DeA Planeta
Traduzione: Roberta Verde

Trama: È una tiepida sera di fine estate quella in cui Lewis Barnavelt, dieci anni e una valigia consumata tra le mani, si ritrova davanti al cancello di una casa misteriosa. La sua nuova casa. Da quando i genitori sono morti in un terribile incidente d'auto, nulla è più stato come prima. Lewis si è lasciato tutto alle spalle e si è trasferito dall'altra parte del Paese. A casa dello zio Jonathan. Non l'ha mai conosciuto, ma quello che ha sentito dire di lui non gli piace per niente. Lo zio Jonathan è sempre stato il più eccentrico della famiglia, un fumatore incallito e un giocatore d'azzardo. E ora dovrà prendersi cura di lui. Ciò che aspetta Lewis però supera ogni immaginazione: una casa che nasconde passaggi segreti, sortilegi e illusioni, e uno zio che si dedica all'occultismo e alla magia insieme alla stravagante vicina. Lewis non riesce a credere ai propri occhi e comincia a cimentarsi con le arti magiche in prima persona. Almeno fino alla notte di Halloween. La notte in cui commette uno spaventoso errore, riportando in vita la crudele e potente strega che abitava nella casa prima dello zio. Serenna Izard. Serenna è tornata per un motivo: portare a termine un vecchio e diabolico piano. Molti anni prima, infatti, la donna aveva costruito insieme al marito un orologio stregato, capace di distruggere l'umanità intera, e lo aveva nascosto nelle mura della casa. Ora toccherà a Lewis trovare l'orologio e, forse, salvare il mondo. Un fantasy dalla grande forza immaginifica, pubblicato per la prima volta nel 1973 che ora è diventato uno straordinario film con Jack Black e Cate Blanchett.


Recensione:

Non ho sentito parlare molto bene di questo libro, eppure devo dire che io vi ho trovato diversi aspetti positivi che mi hanno portata ad apprezzarne la lettura. Per prima cosa mi è molto piaciuto che, nonostante non si tratti di un volume lungo, la storia non appare frettolosa al lettore ed ogni cosa avviene secondo un criterio temporale sensato.
Il lettore viene catapultato nella vita di Lewis, del quale ci vengono man mano dati dei piccoli accenni di passato familiare, e di suo zio Jonathan in perenne compagnia della signora Zimmermann. Tutti e tre i personaggi mi sono piaciuti ed ho apprezzato i loro caratteri particolari, ma anche forti. Lo zio ha una personalità davvero buffa, così come la sua vicina. Durante il corso della storia ho pensato più volte che sarebbe stato bello poterli conoscere davvero. Per quanto riguarda Lewis, si tratta di un bambino molto solo che in alcuni punti mi ha fatto un po' pena perché tutta la catastrofe della trama nasce dalla sua voglia di farsi un amico. Il suo animo dolce e spaventato mi ha fatto provare un forte affetto per lui, nonostante tutte le sue paure e le sue scelte azzardate. 
Meno simpatico mi è sembrato Tarby, un ragazzino che simboleggia un animo quasi turbato. Comprensibile la sua paura, un po' meno la sua improvvisa cattiveria.
Lo stile narrativo è molto semplice ed accompagna il lettore all'interno di una trama non particolarmente contorta, ma davvero carina. I temi principali sono la magia ed il tempo che insieme creano un connubio molto piacevole. Davvero interessante è l'utilizzo della magia che viene riportata nel libro in diverse sue forme: troviamo la magia legata agli elementi, i trucchi illusori e... udite, udite... la necromanzia. Quest'ultima viene ovviamente toccata in modo leggero e viene presentata sotto gli occhi del lettore come un'arte dal cui stare lontani. Mi ha fatto un po' strano che Lewis abbia appreso in cosi poco tempo i trucchi magici e mi sarebbe piaciuto un piccolo approfondimento sul suo sangue di stregone, visto che evidentemente deve aver preso un po' dallo zio. 
A parte questo, però, la lettura procede spedita e i colpi di scena non mancano. La seconda parte poi è particolarmente ricca di svolte che rendono la trama accattivante e chiudono tutti i cerchi aperti nella prima metà del volume. Il finale sa di rivincita e per quanto semplice mi ha davvero soddisfatta.
Il Mistero della Casa del Tempo è un fantasy non impegnativo che mi sembra davvero adatto ad una serata tranquilla in compagnia di una storia semplice, simpatica e con dei personaggi che si vorrebbe far diventare reali (esclusi i cattivoni di turno, ovviamente!).


2 commenti:

  1. L'ha recensito mia sorella sul blog, io ancora non l'ho letto. Per quanto ne so le è piaciuto, anche se alcune cose non l'hanno convinta del tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente non è il fantasy più illuminato ed originale del mondo, però merita un posticino in libreria!

      Elimina

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)