sabato 3 dicembre 2016

Diairo di una Blogger #12: Cosa cambierei del mondo Blogger

Buongiorno lettori! Oggi torno rispondendo all'unica domanda che mi è stata fatta sabato scorso ed è una domandina per niente facile, alla quale cercherò di rispondere con sincerità. Prima di farlo, però, devo dirvi un paio di cose. La prima è che stasera verrà il mio ragazzo e nel tardo pomeriggio andrò a prenderlo alla stazione. Rimarrà fino al 10, quindi probabilmente non sarò molto presente in questi prossimi giorni, anche se ho già preparato dei post su vari argomenti di cui voglio parlarvi. La seconda cosa è che lunedì ci sarà una sorpresa qui nel blog! Vi avevo già anticipato i premi del giveaway natalizio e spero tanto che lunedì vi farete avanti in tanti! *-*

E' una rubrica settimanale nella quale un sabato mi farete delle domande su qualche curiosità che avete nei miei confronti e il sabato successivo risponderò alla domanda più frequente; e così via. A questo link trovate tutti gli argomenti a cui ho risposto.

COSA CAMBIERESTI DEL MONDO BLOGGER?
(domanda posta da Christy)

Questa è una domanda davvero difficile, perché in realtà è una mina vagante. Una di quelle domande che, una volta data la risposta, non passano, ma rimangono impresse nella testa di tutti. Per questo ho riflettuto davvero molto prima di riuscire a scrivere la mia risposta.
Se penso al mondo Blogger, mi vengono in mente molte cose. Da un lato ci sono tutti i lati positivi che io ritengo di vedere in ogni blog (l'aiuto reciproco tra blog e autori, blog ed editori, blog ed altri blog, la voglia di lasciare il segno su un libro, di voler dire il proprio parere, di poter fangirlare o schifare qualcosa senza che nessuno ti interrompa, ma semplicemente parlando), ma anche lati negativi. Personalmente, cerco sempre di stare in disparte perché dopo molte brutte esperienze ho capito che il voler litigare non fa per me, mi fa troppo male e poi aprire discussioni per iscritto e non faccia a faccia porta sempre a disguidi ed incomprensioni. 
Una cosa che cambierei di Blogger è sicuramente il fatto che in molti blog non c'è comunicazione. Per me riuscire a stabilire un contatto col proprietario di un blog è qualcosa di fondamentale, che mi fa sentire benvoluta. Per questo rispondo ad ogni singolo commento che mi lasciate e mi dispiaccio sempre quando entro in siti in cui non ricevo mai nessuna risposta, nemmeno se faccio delle domande su qualcosa di cui tratta il post. Penso che nel momento in cui un blog diventa pubblico, ci si debba adeguare al fatto che non è più soltanto nostro, ma è un po' di tutti ed è importante che i lettori che commentano e leggono quotidianamente i nostri post, si sentano benvoluti.
Un'altra cosa che probabilmente cambierei è il fatto che anche tra i blog stessi non c'è molta comunicazione, però spesso vedo blogger discutere. E allora mi chiedo, se non c'è comunicazione, come si fa a trovare una base per discutere? Anche qui credo che spesso sia tutta una questione di disguidi. Magari uno fa una rubrica simile alla nostra e allora ci si sente oltraggiati e si litiga, oppure qualcuno ha organizzato qualcosa senza avvisare e anche noi volevamo fare la stessa cosa, ma ci hanno anticipato quindi bisogna litigarci, oppure tante cose di questo tipo. Vedo molti blogger litigare di continuo sopratutto per il fattore eventi e case editrici ed in realtà mi dispiace, perché se solo ci fosse un minimo di rapporto, molte discussioni inutili si eviterebbero. Insomma, secondo me, se non si vuole avere un'informazione totale sulla comunità, non si può pensare di potersi permettere di aizzare un corteo contro qualcuno. Quando si vuole ignorare qualcosa o lo si fa per bene o non lo si fa mai.
Un'altra cosa che mi piacerebbe ritrovare nella comunità blogger sono la passione e l'onestà. A volte mi accorgo che metà dei blog che seguo dimostrano un amore incondizionato verso i libri e il loro angolino, verso la voglia di parlare ed affrontare temi librosi. Altre volte, prendo consapevolezza dell'altra metà e mi accorgo che alcuni pensano al blog solo come una scusa per racimolare fan, eventi con le case editrici, libri gratis che poi magari si vanno a rivendere oppure si leggono dopo secoli come se la casa editrice non si fosse impegnata per inviarne copia. In questo caso mi dispiaccio perché ci sono dei blog che davvero sono soltanto questo, lo si vede dal poco contenuto e dal fatto che gli unici contenuti siano eventi legati a case editrici e segnalazioni, con qualche sporadica recensione qua e là.
Insomma - e con questo chiudo, perché mi sono davvero dilungata tantissimo - io penso che ognuno debba fare delle proprie cose ciò che vuole, ma quando si è in una comunità così grande e differenziata, credo anche che si debba tener cura di ciò che si è creato e dei lettori che ci seguono, perché la passione viene prima di tutto e quando manca si capisce immediatamente perché un blog smette di essere un posto accogliente, ma diventa qualcosa di meccanico. Non dico di pensare solo a se stessi, ma nemmeno di vivere pensando soltanto a ciò che fanno gli altri e basandosi sulle loro azioni per poi agire di conseguenza. Sono certa che ognuno possa trovare un equilibro.

Vi va di dirmi la vostra opinione su questo argomento?
Vi prego di non scrivere commenti che possano scatenare la furia degli altri visitatori, perché in quel caso provvederò ad eliminarli.

giovedì 1 dicembre 2016

Breathtaking cover #Novembre

Buongiorno lettori e buon inizio Dicembre! Oggi sono qui per mostrarvi le cover dei libri che ho letto nel corso di Novembre e per scegliere insieme quella più bella. Purtroppo questo mese ho letto pochissimo, per millemila motivi, ma spero che tra le due sole copertine presenti, ce ne sia una in grado di farvi innamorare!

E' una rubrica a cadenza mensile, in cui metterò a confronto le copertine di tutti i libri che ho letto durante il mese e selezionerò quella che secondo me è la più bella. Anche voi potrete scegliere la vostra preferita


La cover mozzafiato del mese, tra queste, secondo me è...
Tra le due, ho scelto questa perché mi è sembrata più originale del classico volto in primo piano che ormai appare in tutti i libri esistenti sulla faccia della terra. Inoltre, la copertina di 'Fuga dal Paese delle Meraviglie', mi sembra molto suggestiva ed adatta con la storia narrata nel libro. Mi piacciono anche i particolari delle carte e degli ingranaggi, che fanno un po' da cornice alla Regina di Cuori. 
Penso che, se i colori fossero stati meno opachi, questa copertina avrebbe raggiunto il massimo della bellezza!

Qual é, secondo voi, la cover mozzafiato del mese?

mercoledì 30 novembre 2016

Currently Reading - Cosa leggo? #8

Buongiorno lettori! Nonostante sperassi di riprendere a leggere normalmente, in questo periodo sto avendo problemi su problemi e la lettura è passata letteralmente in secondo piano. Nonostante questo, sto cercando di provare a leggere qualche pagina di questo volume, anche se sto andando davvero molto a rilento. 
Ovviamente, oggi sono qui per saltare (di nuovo) il www e dedicarmi a questa rubrica che ho rubacchiato alla mia amica Jessica.

CURRENTLY READING
'La principessa perduta' di Tui T. Shuterland
pagina 204 di 334
- I Regni del Fuoco #2 -

Testo: la scrittura è molto semplice e scorre senza problemi, aiutata anche dal fatto che si tratta di un libro per bambini e ragazzi.
Protagonista: in questo secondo volume della serie, la protagonista in risalto è la draghessa che detesto di più di tutto il gruppo della Profezia, quindi non posso dire di essere contenta della protagonista, ma prima o poi mi sarebbe dovuta toccare!
Altri personaggi: gli altri draghi del destino mi sono abbastanza simpatici, sopratutto Clay perché mi fa tenerezza. Dei nuovi personaggi, sono molto curiosa di sapere da che parte sta la regina degli Ali di Mare e cosa nasconde Shark!
Voto: per il momento si aggira sui 3/4. Non sono propensa a dare di più e spero che non accadrà qualcosa che mi convincerà a dare di meno!
Quando pensi di finirlo? Mi piacerebbe concluderlo entro la settimana prossima e visto che ho rimasto poco più di un centinaio di pagine conto di farcela!

Voi avete letto questo libro? Cosa ne pensate?
Se non lo avete letto, vi incuriosisce? Fatemi sapere!

lunedì 28 novembre 2016

Segnalazioni dagli autori

Buongiorno lettori! Come vi avevo promesso martedì scorso, la settimana passata mi sono dedicata un po' alle mail di segnalazione arretrate ed oggi è arrivato il momento di smistare quelle degli autori esordienti, che ovviamente vi mostro al completo. Tra i vari libri, trovate i libri di Valentina Bindi, attuale finalista del premio Il mio esordio 2016 e 'LOcchio di Shahvani', che avevo letto e recensito per il blog molto tempo fa, ma che ora è tornato con un nuovo editing ed una nuova veste che promettono soltanto cose belle!

Titolo: Solo l'amore
Autore: Francesca Lesnoni
Pagine: 155
Prezzo: € 2,99
Editore: Autopubblicato

TramaLucia è scomparsa... nessuno sa che fine abbia fatto la dolce sorella di Carlo, unico indizio un biglietto:
"Non preoccupatevi, sto bene. Vado dove ho sempre desiderato essere, da che ho memoria..." Nessuno però si preoccupa realmente della sparizione di Lucia tranne Pier che, innamorato da sempre di lei, decide di prendersi un anno sabbatico per dedicarsi alla misteriosa ricerca.
Per sua fortuna Pier potrà contare sull'aiuto di alcune persone, come i signori Dardi, due amabili vecchietti, che gli consegneranno dei bigliettini scritti da Lucia; o Luigi, un sapiente tappezziere con la passione per la lettura, che lo aiuterà a mettere ordine nei suoi taccuini pieni di appunti e divagazioni; o l’amatissimo padre che, al momento opportuno, saprà cogliere una traccia importante…
Ma, prima di trovare Lucia, Pier dovrà confrontarsi con una diversa percezione di sé e degli altri, rivisitare lapropria vita, comprendere qual è il suo vero sogno...
Grazie al suo intelligente umorismo e piccoli colpi di scena, Pier si ritroverà su un aereo diretto a Parigi.
Sarà lì che finalmente rincontrerà Lucia?
Titolo: L'Occhio di Shahvani
Autore: Andrea Lombardo
Pagine: 280
Prezzo: € 11,90
Editore: Genesis Publishing

Trama: 
 In un mondo in cui misteri e leggende fanno cadere un velo sulla realtà, Samuel, Samantha e Paul, giovani arruolati in Marina, dopo essere venuti a conoscenza di un’isola misteriosa nell’Oceano Nero – un mare sconfinato e sconosciuto che si dice essere infestato da mostri – decidono di partire. Dovranno fare i conti con segreti tenuti tali da secoli e alleati che si riveleranno essere nemici. Samuel intraprenderà un viaggio alla ricerca della verità su quei mari e i suoi segreti, ma sarà presto ricercato dalla Marina per aver infranto le loro regole. Scoprirà l'esistenza di quattro amuleti magici, un tempo appartenenti ad un uomo le cui origini sono sconosciute. Così, Samuel dovrà fare i conti con l’immenso e quasi incontrollabile potere dell’Occhio e con Vincent Roland ed Alexander Graves, i due Ufficiali di Marina che gli daranno la caccia. Con l’aiuto dell’adorata e a volte fragile sorella, Samantha, del fidato amico, Paul, del padre adottivo, Nicholas White, e di altri personaggi che si uniranno alla sua causa, proverà a cambiare le sorti del mondo conosciuto.
L’occhio di Shahvani è il primo capitolo di quella che sarà una trilogia fantasy settecentesca
Titolo: Due corpi, una sola mente
Autore: Cosimo Mirigliano
Pagine: 326
Prezzo: € 15,90
Editore: Cavinato Editore International

Trama: Giacomo, giovane architetto precario, ha abbandonato la casa dei suoi genitori nel sud Italia 10 anni prima per trasferirsi a Roma. Dietro quella partenza si nasconde un mistero. Giacomo infatti ha scelto di andarsene per sfuggire a un dolore profondo, che lo porta ad entrare in perenne conflitto con se stesso e con chi lo ama. In una città di caos e vitalità, incontri casuali e profonda solitudine, il nostro protagonista affronta un percorso difficile verso la sua rinascita, accostato da tre personaggi che gli fanno da contrappunto. Luca, l'amico dello sballo, rappresenta la sua anima più distruttiva. Arturo, da personaggio dai tratti ambigui che vive nell'ombra di Giacomo, diventerà a poco a poco una figura cruciale per lo snodo della storia. E infine l'unica donna del gruppo: Gaya. Solare e briosa, rappresenta la parte morale di Giacomo, che malgrado lo ami profondamente sarà costretta a lasciarlo per non farsi annientare. Il romanzo ha inizio proprio con la partenza di Gaya, e in un gioco di flashback racconta l'arduo tragitto di Giacomo per ricomporre il puzzle della sua esistenza, e creare un nuovo possibile avvenire.

Titolo: Oltre i confini
Autore: Noemi Gastaldi
Pagine: 850
Prezzo: € 16,63
Editore: Autopubblicato

Trama: Lucilla soffre di allucinazioni fin da quando era molto piccola.
Francesca è in grado di viaggiare tra due mondi: la realtà materiale e quella immateriale.
Lucilla e Francesca conosceranno il mondo oltre i confini. Confini labili, personaggi misteriosi, situazioni imprevedibili.
Nel racconto di un percorso di crescita interiore molto speciale…
Titolo: Un secondo, primo Natale
AutoreSilvia Devitofrancesco
Pagine: 168
Prezzo: € 10,39
Editore: Autopubblicato

Trama: Da quando il suo fidanzato Bruce l’ha tradita con la sua migliore amica Shelly proprio la sera del 24 dicembre, Apple Horn odia il Natale con tutta se stessa. E se un aitante uomo con un ridicolo cappello da elfo sulla testa bussasse alla sua porta? Steve, fondatore del servizio gratuito “Secondo, primo Natale” ha una missione da compiere: trasformare la gelida fanciulla in una Christmas Lover Doc, step by step. Tra iniziali perplessità, abeti da addobbare, batticuore e paure da vincere riuscirà la diffidente Apple a fidarsi dell’intrigante Steve? E il loro sarà destinato a restare solo un rapporto puramente formale?
Titolo: Quando l'amore fa male
Autore: Valentina Bindi
Pagine: 156
Prezzo: 13,50
Editore: Il mio libro

Trama:  L'amore ci innalza verso il cielo e ci fa anche cadere a terra senza preavviso, dobbiamo essere pronti a tutto. Io non sapevo niente, non sapevo innalzarmi e non sapevo cadere. Dovevo capire ancora molto della vita nonostante la mia età. Mi chiamo Elizabeth e ho venticinque anni, ho finito gli studi e sto lavorando. I miei genitori non gli ho mai conosciuti, sono sempre stata spostata da una casa ad un’altra. La mia vita è così monotona che neanche un meteorite potrebbe sconvolgerla. Poi vidi quegli occhi d’angelo. Era certo che sarebbe cambiato tutto.” Quando l’amore fa male è una storia unica e intensa, diversa da tutte le altre e dall'amore comune. Essa coinvolge due giovani ragazze nel pieno delle loro giovani vite finendo per sconvolgerle. Voglio trasportarvi in un mondo nuovo e particolare sperando che possiate captarne i sentimenti e provare voi stessi quanto sia bello l’amore, che sia uguale o diverso è sempre amore. Luoghi e personaggi sono frutto della mia immaginazione.
TitoloIl profumo della passione
Autore: Valentina Bindi
Pagine: 232
Prezzo: € 9,90
Editore: Il mio libro

TramaCarmela è una ragazza siciliana fidanzata con Roberto da due anni, vivono a Palermo, ma stanno passando la loro prima vacanza estiva nella casa a Mondello. Nonostante si conoscono dai tempi del liceo tra di loro c’è sempre stato un amore quasi forzato, soprattutto non corrisposto del tutto da Carmela; lei sente di non essere completa e qualche volta si sofferma a pensarci. Entrambi sono iscritti all'accademia musicale, lei è già laureata in lingue e letteratura moderne, mentre Roberto in economia, condividono l’amore per la musica, anche se ben presto ciò cambierà. Proprio a Mondello, Carmela conoscerà Diego; un amico di Roberto molto più piccolo di loro, ma con una vita più intensa e vissuta. Sin dal primo incontro tra Carmela e Diego scatterà come una scintilla, una magia accesa improvvisamente che porterà i due a vedersi di nascosto fino a quando uno degli ultimi giorni di vacanza succederà qualcosa di forte e intenso in un pomeriggio afoso di fine agosto.
TitoloLe parole che sussurrano le stelle
Autore: Valentina Bindi
Pagine: 428
Prezzo: € 15,00
Editore: Il mio libro

Trama: Sarah Gardella e Francesca Bagnasco sono due ragazze di origini genovesi che fin dalla giovane età sono sempre state legate da una profonda amicizia nata per pura coincidenza. Caratteri opposti ma in perfetta simbiosi l’uno con l’altro. Affronteranno le difficoltà dell'’adolescenza che segnerà entrambe nel profondo, influenzando significativamente la loro amicizia. Proprio Sarah, da sempre più sensibile ed emotiva, ne subirà le conseguenze, scoprendo sulla propria pelle, quanto a volte la vita possa riservare sorprese inaspettate. Una storia di amicizia che scopre il profondo e tormentato abisso dell’amore, sullo sfondo di un’Italia idilliaca e sognatrice, scorci come quelli dell’affascinante paesaggio della Costa Smeralda, la particolarità dei caratteristici vicoli romani e soprattutto gli scorci della meravigliosa riviera ligure, che accompagneranno le protagoniste dando vita ai colori e i sapori di quei luoghi magici e inconfutabilmente unici.
Titolo: Le stelle di Srebrenica
Autore: Daniela Quadri
Pagine: 226
Prezzo: € 14,90
Editore: Leucotea Edizioni

TramaLe vite di due donne, Marta Valtorta giornalista free-lance in una piccola redazione brianzola e Elma Osmanovic profuga bosniaca, s’intrecciano, dapprima casualmente, per poi stringersi in un’amicizia profonda e solidale.
L’amore per Nadia, la figlia affetta da Sindrome di Down di Elma, permetterà ad entrambe di aprirsi e accogliersi reciprocamente, e spingerà Elma a narrare a Marta l’orribile morte della madre e del fratello nel giorno del massacro di Srebrenica, e la sua sconvolgente discesa nell’inferno di un bordello a Sarajevo. Quando Nadia verrà rapita dal padre, astro nascente della malavita organizzata slava, sarà l’intervento decisivo di Tony Nardone, appuntato scelto dei Carabinieri dalla tipica simpatia partenopea, a salvare la bambina e arrestare il criminale.
Un’icona, inaspettato lascito ereditario della madre di Marta , la cui morte risveglia in lei la nostalgia per l’infanzia trascorsa nella cascina dell’Acquasecca nella campagna brianzola, porterà alla luce un enigma ancora più lontano. Marta ripercorrerà le vicende umane di Gustavo, soldato italiano mandato a combattere nel Regno del Montenegro durante la Seconda Guerra Mondiale, e del suo incontro con un pope ortodosso a Sarajevo, attraverso il suo diario e le lettere scritte dal fronte orientale alla sua amata.
La ricomposizione dell’icona nella sua forma originaria ricongiungerà il passato di Marta ed Elma, in un’integrazione perfetta delle loro storie, radici ed esperienze così, apparentemente, diverse e contrastanti.
La decisione di Marta di donare a Elma e Nadia gran parte del ricavato della vendita all’asta dell’icona darà una svolta alle loro esistenze, riscattando la crudeltà della guerra con un gesto concreto di altruismo, l’ultimo anello di una lunga catena di solidarietà eroica e quotidiana.
Tra tocchi di rosa e sfumature di giallo, le avventure di Marta Valtorta, investigatrice per caso e atipica Miss Marple della Brianza, si concludono con un interrogativo e un nuovo mistero.
Leggerete qualcuno di questi libri?