Chi sono?


ilenia190160 Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo, dei giochi da tavola/videogiochi e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog scrivo della mia passione librosa, con recensioni e rubriche. Che altro posso dirvi di me? Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, sono laureata in lingue e sto per laurearmi in Gestione dei rischi sociali. Non so ancora come sarà il mio futuro, ma sono molto determinata a scoprirlo. Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

lunedì 14 giugno 2021

Recensione: 'Foglie verdi nel sottobosco' di Lorena Cristini

Buongiorno lettori e buon lunedì! Come avete passato la domenica? Io ho studiato tutto il giorno per un esame imminente, l'ultimo di questa sessione. Non vedo l'ora di finire! Prima di tornare al mio libro di diritto del lavoro, però, voglio lasciarvi la recensione di Foglie verdi nel sottobosco, prima lettura affrontata a Giugno!


Titolo: Foglie verdi nel sottobosco
Autore: Lorena Cristini
Pagine: 155
Prezzo: € 13,00
Editore: BookABook

TramaLasciata in sospeso la sua vita a Livorno, Vittorio trova lavoro come custode di un'antica pieve ai piedi del Monte Baldo, catena montuosa che si affaccia sul lago di Garda. L'uomo è alla ricerca di un oggetto per lui preziosissimo, ed è certo di trovarlo proprio lì, in quella chiesa romanica tanto amata dagli abitanti del luogo. Fra questi c'è Elena Calzari, professoressa di Storia dell'arte, che durante le sue lezioni porta spesso gli studenti a visitare la piccola pieve, di cui pensa di conoscere ogni segreto. Le pareti sono dipinte con immagini suggestive e hanno assistito a periodi storici drammatici. Lo sa bene Esterina, che durante la Prima guerra mondiale ha prestato servizio come infermiera proprio in quella chiesetta, offrendo assistenza e cura ai reduci del fronte, e raccontando se stessa in un prezioso diario...


Foglie verdi nel sottobosco è un libro che nasconde in sé una doppia trama. Inizialmente, la storia principale sembra ruotare attorno alla ricerca di un diario, ma successivamente l'attenzione si focalizza sulla rinascita dei due personaggi, i quali dopo tanto tempo tornano a provare delle vere emozioni.
I protagonisti sono Vittorio ed Elena, due persone abbastanza simili tra loro. Entrambi sono dediti al lavoro e mettono una passione e curiosità enormi in ciò che fanno. Tutti e due sono soli ed hanno deciso di non dare fiducia ad altre persone. Ciò che più li separa è la costante voglia di 'saperne più degli altri' che è incastrata in Elena. In ogni caso, sono entrambi personaggi godibili e a cui il lettore si affeziona abbastanza facilmente.
La prima parte della storia è tutta incentrata sulla ricerca del diario personale di un'infermiera di guerra, ovvero la mamma mai conosciuta di Vittorio. Avrei voluto che l'autrice desse un po' più di importanza a questa parte, mentre in realtà il ritrovamento è piuttosto frettoloso. Mi sarebbe piaciuto vivere un'avventura più lunga sulle tracce del diario.
Dal momento in cui le pagine di Esterina (madre di Vittorio) vengono ritrovate, i suoi scritti iniziano a prendere parte nella storia stessa. Il lettore viene spesso catapultato all'interno della vita di questa infermiera ed è grazie a ciò che avviene tra le sue pagine che il lettore capisce il perché di tanta frettolosità nel ritrovamento del diario: esso è un tassello fondamentale per lo sviluppo di Vittorio ed Elena. Con le sue pagine ricche di amore, Esterina riesce a creare un legame profondo con il figlio e la ragazza che lo ha aiutato a ritrovare il diario.
E' proprio qui che parte la seconda fase della trama, ovvero quella interamente dedicata allo sviluppo dei due protagonisti che piano piano ricominciano ad imparare ad amare.
Foglie verdi nel sottobosco è un libro interessante e scorrevole, che mi ha tenuto piacevolmente compagnia. Mi sarebbe piaciuto vedere più sviluppate alcune parti, ma comunque ve lo consiglio.

sabato 12 giugno 2021

Cristallo Books and Nerd | 3 videogiochi che celebrano la Divina Commedia

Buongiorno amici e buon sabato! In questo periodo io sono iper impegnata con l'università, tra la tesi e gli ultimi esami, ma cerco comunque di ricavarmi il tempo necessario ad aggiornare il blog!
Oggi torno da voi con una nuova puntata di questa mia rubrica nerd ed ho deciso di farlo con un tris di videogiochi ispirati (anche liberamente) alla Divina Commedia. Potevo, nell'anno di Dante, esimermi dal presentarvi una tripletta simile? Ovviamente no!
Di Dante's Inferno in realtà vi avevo già parlato nella prima puntata della rubrica, ma non potevo non inserirlo in un post come quello di oggi!



DANTE'S SINNER FILTER

Nei 33 livelli in 16 bit che compongono il gioco, dedicati agli altrettanti gironi dell'Inferno dantesco, il Sommo Poeta è stato contattato da Minosse per aiutare a ritrovare le anime dei dannati. Ebbene sì, tutti i prigionieri dell'Inferno sono riusciti a scappare e Dante deve riuscire a rintracciarli tutti e smistarli nuovamente negli appositi gironi, attraverso una botola speciale.
Dei giochi che vi presento oggi, questo è l'unico gratuito e, soprattutto, per cellulare! Lo trovate disponibile sia per Android che per iOs. Si tratta inoltre di un arcade nuovissimo, uscito proprio quest'anno.

DEVIL MAY CRY

Questa saga è una delle hack'n'slash più popolari della produzione giapponese e per crearne la storia i produttori hanno liberamente attinto a parti della Divina Commedia. Il giocatore interpreta Dante, un ibrido tra umano e demone che dà la caccia ai demoni per mano della sua compagnia Devil May Cry. Al suo fianco c'è anche Virgil, gemello di Dante, il quale però utilizza i suoi poteri soltanto per bisogni personali. Il gioco è disponibile su tutte le PlayStation, su XboX, PC e Nintendo Switch.

DANTE'S INFERNO

In questo gioco ispirato liberamente all'Inferno de La Divina Commedia, il giocatore si trova a giocare nei panni di Dante che cerca di salvare l'amata Beatrice da Lucifero. La cosa interessante di questo gioco non è soltanto la scalata nei gironi infernali, ma soprattutto il fatto che in ogni girone il giocatore si trovi davanti ad alcuni dei dannati più famosi della storia (es. Paolo e Francesca, Conte Ugolino) e possa decidere definitivamente cosa fare delle loro anime. Meritano davvero l'Inferno o possono essere assolte? Al giocatore viene lasciata la scelta ed ho trovato questa cosa molto intrigante. Il gioco è disponibile per PlayStation3. Una sola avvertenza: si tratta di un titolo decisamente splatter.

Vi ispirano questi giochi?
La prossima puntata andrà online tra un paio di settimane!

giovedì 10 giugno 2021

Recensione: 'E se scegliessi te?' di Marica Del Negro

Buongiorno lettori e buon giovedì! Come state? Io sono soddisfatta perché ieri ho dato un altro esame universitario ed è andato benissimo!
Oggi vi lascio una nuova recensione (finalmente!), l'ultima che riguarda i libri letti a Maggio.


Titolo: E se scegliessi te?
Autore: Marica Dal Negro
Pagine: 210
Prezzo: € 5,99 cartaceo
Editore: Autopubblicato

TramaNella città più caotica d’Italia, dove la gente è in continuo subbuglio persa nei propri problemi, anche un quasi incidente stradale può rivelarsi un’occasione per incontrare qualcuno che ti fa perdere la testa. Se poi si aggiunge una vecchia fiamma che ricompare all'improvviso, la confusione di una donna può davvero raggiungere livelli altissimi. Marta si ritrova a dover scegliere tra Fabio, uno sceneggiatore conosciuto mesi prima e Andrea, avvocato ben affermato, il quale irrompe prepotentemente nella sua vita professionale. Ma anche quando il suo cuore le imporrà la strada da intraprendere, cedere il passo incondizionatamente ai propri sentimenti le risulterà difficile.



Sullo stampo del genere chick-lit, E se scegliessi te? è un libro che tuffa il lettore sin da subito all'interno del pezzo forte della storia, per poi fargli fare un salto indietro. La protagonista Marta è una ragazza semplice e spontanea, dedita al lavoro e piena di idee. La sua vita fa una brusca virata quando il cuore inizia a batterle per due uomini. In realtà il lettore capisce sin dall'inizio quale dei due avrà la meglio sull'amore della nostra protagonista, ma è interessante scoprire il modo in cui si arriva effettivamente a quel punto. Quella di Marta è una storia fatta di ripensamenti e vocine interiori. Letteralmente! Infatti durante tutto il corso del volume ci troviamo spesso a ridacchiare o sorridere in compagnia della vocina che abita la mente di Marta e che a volte vorrebbe riportarla sulla retta via, altre volte vorrebbe permetterle di lasciarsi andare. Questa narrazione interna mi è piaciuta molto perché è un modo divertente attraverso cui permettere al lettore di scoprire i veri sentimenti della protagonista.
Al fianco di questa divertente ed astuta ragazza troviamo un gruppo di amiche molto eterogeneo e poi, ovviamente, i due uomini che le hanno diviso il cuore: Fabio e Andrea. Fabio appare al lettore come un ragazzo viziato, che non è in grado di accettare un no. A suo modo è davvero innamorato di Marta, ma riesce costantemente a fare sentire chi legge come se in realtà la stesse soltanto prendendo in giro. Andrea è il tenebroso della situazione. Di lui non si sa praticamente nulla per gran parte del libro, se non che non riesce a tenere a bada i suoi impulsi. 
In realtà, però, E se scegliessi te? non è soltanto un libro d'amore. Ho apprezzato molto l'idea dell'autrice di inserire una trama parallela che coinvolge i genitori di Marta e il loro rapporto fatto di alti e bassi. Fino alla fine, il lettore non riesce a provare alcuna simpatia per quella sua madre acidella e ne prova poca anche per suo padre, che non sembra avere il coraggio di prendere in man ole proprie decisioni. Entrambi, però, si illumineranno lentamente, lasciando il lettore con una sensazione dolce in bocca e nel cuore. Sul finale, questi due burberi personaggi sono addirittura riusciti a farmi sorridere.
Vi consiglio questo libro se avete voglia di una storia veloce e scritta con uno stile semplice e scorrevole, di un volume in grado di tenere compagnia e far battere il cuore.

martedì 8 giugno 2021

Voi lo scegliete, io lo leggo! Luglio 2021


Buongiorno amici! Anche se non ho ancora letto La macchina del tempo, vincitore del Voi lo scegliete, io lo leggo di Giugno, oggi torno con questa rubrica per chiedervi di scegliere la mia lettura di Luglio!

Per i nuovi arrivati, cos'è questa rubrica? Niente di più semplice: ogni mese selezionerò un tema random e sceglierò quattro titoli legati da quel tema-filo conduttore. Vi presenterò i libri e voi voterete quello che vorreste farmi leggere, di cui vorreste una mia recensione o anche soltanto il più che vi incuriosisce tra quelli proposti. Il sondaggio sarà fatto qui in un post come questo, su Facebook e su Instagram. Alla fine sommerò i voti totali raccolti da ciascuno dei quattro titoli e leggerò quello con il numero di voti più alto! Ogni mese si vota per il mese successivo.

Il tema questa volta è molto lampante: ho deciso di selezionare i quattro titoli recentemente presi con l'offerta Feltrinelli. Sono tutti e quattro libri per ragazzi e mi ispirano molto, però non so da quale iniziare. Ecco perché ho deciso di fare scegliere a voi!
 



Per aiutarmi, non dovete far altro che scrivere nei commenti il titolo di cui vi piacerebbe leggere una recensione entro il mese! Quando le votazioni saranno terminate su tutti i social, tornerò su questo post ed aggiungerò tutti i voti ricevuti con il totale per ogni libro e, conseguentemente, il titolo del libro vincitore.

Potrete votare fino all'ultimo giorno di Giugno.
Aspetto i vostri commenti!