Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

venerdì 14 dicembre 2018

Conosciamoci un po' meglio | Tag

Buongiorno lettori! Qualche giorno fa Paola del blog Nel cuore dei libri  mi ha nominata in un tag davvero carino che ho visto girare nella blogosfera in questi ultimi tempi.
Ho deciso di farlo per svariati motivi: il primo è che mi sono resa conto che è davvero da tantissimo tempo che non mi concedo di divertirmi un po' attraverso la preparazione di un post dedicato ad un tag, il secondo è che questo qui mi piace particolarmente perché mi permetterà di parlarvi un po' di me. La cosa che più mi piace di questi tag è che nel corso degli anni, recuperando i vecchi post dopo aver scritto quelli nuovi, posso confrontare il modo in cui le mie risposte sono evolute per domande simili.. o come sono rimaste immutate!
Bhe, ho parlato fin troppo direi. Passiamo al tag!
(Aggiornamento di sistema: dopo aver concluso di preparare il post mi sono resa conto di aver sbagliato le domande a cui ho risposto.. alla fine, siccome non volevo buttare tutto, ho mescolato quelle di Emanuela e quelle di Paola tenendo quelle che mi piacevano di più ahhahaha non odiatemi, sono stata davvero pessima!)

Le regole del tag sono molto semplici: 
- Seguire il blog che ti ha nominato 
- Rispondere alle dieci domande
- Nominare dieci blogger
- Formulare dieci domande per i blogger nominati (le domande potranno essere su vita privata, viaggi, musica, cinema, serie tv, libri e cibo)
- Informare i blog della nomina
- Taggare nel post il blog che ti ha nominato

1. Dove preferisci leggere?
I miei posti preferiti sono in assoluto il divano e il letto. Sul letto, però, leggo soltanto di notte prima di mettermi a dormire, perché non la trovo una posizione particolarmente comoda.

2. Quanti romanzi riesci a leggere in un mese?
Purtroppo negli ultimi due anni la mia media di letture mensili si è abbassata moltissimo, anche se ammetto di aver recuperato un po' negli ultimi due mesi. In ogni caso, ormai è un buonissimo risultato se riesco a concludere 4 libri in un mese.

3. Il tuo genere preferito?
Non ne ho uno. Fino a qualche tempo fa avrei detto fantasy molto probabilmente, ma ora non sento più quell'amore carnale verso questo genere. Mi sono resa conto che negli ultimi anni ho imparato ad ampliare la mia visione del mondo letterario e mi sono affezionata a moltissimi generi, senza però averne uno preferito.

4. Il genere che non ti piace o di cui non riesci a comprendere l'esistenza?
Un genere che davvero non mi piace è il giallo, seguito a ruota dall'erotico. Il primo mi annoia tantissimo, il secondo semplicemente mi mette a disagio ed a volte ammetto di non comprenderlo. Non capisco il senso di letture estremamente spinte, ma non giudico né il genere né chi lo legge.

5. Collega un romanzo al tuo cibo preferito.
A questa davvero non posso rispondere, perché non ho un cibo preferito. Sono un'amante dell'arte culinaria e quindi gli unici libri che potrebbero riassumere il mio amore per il cibo sono quelli di ricette. Vale come risposta?

6. Preferisci leggere serie o autoconclusivi? Perché?
Onestamente non sono mai stata una grandissima fan delle serie. Ciò non vuol dire che io non le legga, anzi, ne ho tantissime e tante altre ne prenderò, però preferisco di gran lunga buttarmi su un libro che si concluda con un unico volume. Mi piace di più leggere autoconlclusivi perché spesso con le serie mi perdo e altrettanto spesso la mia attenzione cala terribilmente tra un volume e l'altro.

7. Un romanzo che non hai mai finito?
Non sono mai riuscita a concludere 'Il ritratto di Dorian Gray'. Ci ho provato tre/quattro volte, ma non sono mai riuscita ad andare oltre a pagina 60. Mi annoia da morire.
Mi chiedo se un giorno riuscirò mai a riprenderlo in mano e finirlo!

8. Il libro che ti ha fatto innamorare della lettura?
E' l'unico libro che io mi permetta di rileggere di tanto in tanto: 'Il piccolo lord'. Questo volumetto ha fatto nascere in me l'amore per la lettura. Lo lessi per la prima volta alle elementare e successivamente non sono mai riuscita a separarmene. Lo amo e ve lo consiglio infinitamente.

9. Oltre a leggere e gestire un blog, ti piacerebbe scrivere un libro (o scrivi già)?
Onestamente ci ho pensato a volte, ma mi sono resa conto che scrivere non fa al caso mio. Ho molte idee, ma non riesco a svilupparle e dopo un po' mi sembrano tutte banali.
Credo di gran lunga che il mio post sia da lettrice e che mi basti il blog per scrivere.

10. Il personaggio di un libro in cui ti immedesimi a livello estetico o caratteriale.
Mi è venuta subito in mente la protagonista di 'Fangirl', nella quale ricordo di essermi immedesimata molto per via del suo carattere timido, chiuso e del fatto che preferisse stare sola piuttosto che accompagnata da tante persone che non pensassero davvero a lei. Mi sono rivista anche nel suo modo di amare: timido e immenso.

Questo è tutto, spero che abbiate trovato interessante leggere le mie risposte!
Taggo Loving Books, Ombre Angeliche, Dreaming Wonderland, Hay Lin bau bau, Un buon libro non finisce mai, Librintavola, La Spacciatrice di Libri, My Secret Diary, Il Portale Segreto, Daily Connor e vorrei riproporre il mix di domande a cui ho risposto nel mio post perché mi piacciono un sacco!

martedì 11 dicembre 2018

Recensione: 'Il regalo più bello' di Jonathan Snow

Buongiorno lettori! Lasciamo indietro i brutti pensieri e torniamo a concentrarci sulle cose belle. Belle come questo libricino che ho letto rannicchiata tra le lenzuola durante un'oretta notturna, con il silenzio della casa dormiente e solo il rumore del vento che passava lieve accanto alla finestra. Una bella atmosfera, per un bel racconto!
Nella recensione vedete mancare il traduttore perché non sono riuscita a trovarlo davvero da nessuna parte.

Titolo: Il regalo più bello
Autore: Jonathan Snow
Pagine: 90
Prezzo: € 10,00
Editore: Sperling & Kupfer

TramaNella ridente cittadina di Spting Valley è un mattino come tutti gli altri, con l'unica differenza che mancano un paio di giorni a Natale. Il piccolo Mark esce di casa per giocare con i fiocchi di neve che cadono dal cielo e ne afferra uno con la mano. Il fiocco gli sembra talmente prezioso e perfetto da spingerlo a prendere una decisione: <Voglio donarlo alla persona più buona della mia città>. 
Così ha inizio la sua ricerca, strada dopo strada, persona dopo persona. Le delusioni sono molte: per un motivo o per l'altro, nessuno sembra adatto a ricevere il regalo più bello di questa terra.
Fiabesco, fatato, un romanzo che nasce direttamente dal cuore e parla la lingua dei sentimenti più veri: un dono preziosissimo per le persone a cui vogliamo bene, una favola per tutte le età, moderna e indimenticabile. Dopo averlo letto, non saremo più gli stessi di prima.


Recensione:

'Il regalo più bello' è un racconto davvero dolce che si legge in poco più di mezz'ora, sia grazie allo stile semplicissimo (probabilmente si tratta di una storia pensata per essere raccontata ai più piccoli. Cosa che, tra l'altro vi consiglio di fare), sia perché il libro è scritto in caratteri molto grandi e perché i capitoli sono brevissimi, anche per merito dell'esiguo numero di pagine che lo compongono in totale.
Jonathan Smith ha creato la storia di un bambino che, dopo aver trovato un fiocco di neve, si impegna per cercare nella sua cittadina una persona dall'animo davvero buono che si meriti quel fiocco come regalo. Le risposte che Mark ottiene non soltanto fanno perdere l'entusiasmo al bambino, ma fanno riflettere anche il lettore: non siamo più in grado di rendere felice un bambino? Non siamo più in grado di vedere una cosa per la sua bellezza e non per il profitto che potremmo ricavarne?
L'insegnamento più grande di questo libro ci viene dato con il finale e, per quanto possa sembrare semplice, non sempre tutti riusciamo a ricordarcelo: molto spesso le persone migliori sono quelle che stanno sempre al nostro fianco, quelli che noi vediamo come scontate ed alle quali contiamo i difetti.
La storia di Mark ci insegna che dobbiamo dare a tutti le stesse possibilità, ma che a volte sono le risposte che cerchiamo a venire da noi senza aver fatto domande e senza impazzirci a trovarle. Saranno loro, poi, ad indicarci a chi varrà la pena fare il nostro regalo più grande.
Tutto ciò ci viene mostrato anche attraverso le storie narrate dal nonno, che ci fanno sognare e fantasticare. Ci fanno tornare bambini e sorridere.
'Il regalo più bello' è una piccola fiaba natalizia che vi consiglio di leggere e condividere con grandi e piccini, con chi più amate.

lunedì 10 dicembre 2018

Recensione: 'Vision' di Alessia Coppola

Buongiorno lettori e buon inizio settimana! Oggi vi lascio la recensione di un libro acquistato al Salone del Libro di Torino, dove era stato messo in vendita in anteprima dalla casa editrice. Comprarlo è stata una bella esperienza, perché ho anche avuto - finalmente - l'occasione di incontrare Alessia. Purtroppo, però, la lettura non si è rivelata come immaginavo e per la prima volta mi trovo a non promuovere un libro di questa autrice.


Titolo: Vision
Autore: Alessia Coppola
Pagine: 380
Prezzo: € 17,90
Editore: La Corte Editore

Trama:  2486.
Reika vive in un mondo perfetto, in cui gli abitanti sono il risultato di un'attenta selezione genetica. Le razze sono suddivise in ghetti e a nessuno è permesso di oltrepassare i confini di Meridian City. Ma accadrà qualcosa che risveglierà in lei un potere sconosciuto.
Arrestata e isolata, fuggirà e scoprirà un mondo diverso, perennemente in bilico tra la vita e la morte.
Sotto l'assedio di una terribile minaccia, Reika verrà a conoscenza del grande inganno che ha tenuto sotto scacco la sua società perfetta e sarà pronta a fronteggiare ogni pericolo, con l'aiuto di Ares e degli altri Sopravvissuti.
Conoscerà il dolore, la rabbia, ma anche l'amore e la verità. Sacrificherà se stessa, perché lei è la chiave per salvare i due mondi. Perché lei possiede l'occhio che tutto vede.


Recensione:

Quando penso ad Alessia Coppola, mi viene in mente la poesia che caratterizza il suo stile narrativo. Leggere i suoi libri, anche fantasy, mi trasporta sempre in una nuova dimensione, dove le parole si mescolano direttamente al cuore, facendo diventare la lettura pura emozione.
Purtroppo, devo dire che in 'Vision' non ho trovato questa caratteristica di Alessia. Al contrario, questo libro mi ha lasciata piuttosto indifferente: nonostante il tutto sia molto scorrevole, non ho trovato la fiamma della passione durante la lettura. Lo stile narrativo è piacevole, ma non mi ha trasmesso le emozioni che Alessia riesce sempre a donarmi.
La storia di Meridian scorre con un tono diverso dal solito, come se andasse di fretta. E l'aspetto che più mi ha colpita di questo libro è proprio questo: la fretta. L'autrice ha messo tanta carne al fuoco in un numero di pagine troppo esiguo per ciò che voleva raccontarci. La trama scorre velocemente, saltando da una cosa all'altra ed alternando pagine in cui non accade nulla di particolare a pagine in cui accade tutto, in troppo poco tempo. Ovviamente, tutto ciò porta ad una sola conclusione: molte cose non vengono spiegate bene ed altre vengono date quasi per scontate, come se il lettore potesse accettarle così come sono, senza chiedersi nulla.
La trama non è male, anche se non è nemmeno originalissima. Mi è piaciuta l'idea di base, con la costruzione delle due realtà parallele, ma avrei voluto che l'autrice se la giocasse un po' meglio, donandoci più particolari. Ci sono molte cose riguardanti la nascita di queste due realtà che mi lasciano perplessa e secondo me le spiegazioni date sul finale non sono abbastanza.
Anche per quanto riguarda i personaggi, leggendo mi sono sentita sempre come se qualcosa mi sfuggisse: sono molti gli interrogativi sulla loro provenienza, la loro nascita e i sentimenti che li legano. Tra di loro, spicca la protagonista, una sorta di semi-dea dai poteri super stellari. Onestamente, ho trovato un po' eccessivo il peso che le è stato posato sulle spalle e, ancora una volta, ho trovato frettoloso il modo in cui questa moltitudine di poteri si manifesta.
Tra gli altri personaggi, trovo particolarmente interessanti Ares (per la sua crescita interiore) e Kamir, indubbiamente i miei preferiti.
Infine, ma non per importanza, il libro ci lascia davanti ad un finale aperto. Si tratta, quindi, dell'inizio di qualcosa o è davvero un volume unico? Nella prima opzione, probabilmente in un secondo volume sarei curiosa di vedere dove vuole andare a parare l'autrice.

sabato 8 dicembre 2018

Breathtaking cover #Novembre

Buongiorno lettori miei! Sono proprio contenta di poter portare sul blog questa rubrica questo mese, perché a Novembre ho recuperato davvero tante letture. Sì, lo so, per molti di voi leggere cinque libri in un mese non è una cosa degna di molta attenzione, visto che in tantissimi leggete anche dieci libri o più, però io sono molto soddisfatta perché è in assoluto uno dei mesi in cui sono riuscita a leggere di più quest'anno di letture un po' carenti (anche se sempre meno drastico dell'anno scorso!).
Insomma, oggi ho cinque copertine da mostrarvi e devo dire che alcune di loro mi hanno messa davvero in difficoltà per la mia scelta!


 La cover mozzafiato del mese, tra queste, secondo me è...
Ragazzi, devo ammetterlo: questa volta ho davvero fatto fatica a scegliere perché anche le copertine di 'Alien' e 'La guerra dei mondi' mi piacevano un sacco. Alla fine ho cercato di fare una sorta di eliminazione ed erano rimaste in ballo questa e quella del libro di Wells.
Ci ho riflettuto tantissimo, ma alla fine ho optato per quella de 'La leggenda di Darkstalker' perché, per quanto mi affascini la copertina de 'La guerra dei mondi' con il suo contrasto tra nero e colori, devo ammettere che adoro le copertine della serie di Tui T. Sutherland. Le trovo sempre tutte molto belle ed anche questa mi piace un sacco, con questo contrasto tra il rosso acceso ed il grigio/blu del drago. Inoltre l'animale ha un portamento così elegante in questa immagine che mi ha davvero colpita.

Qual é, secondo voi, la cover mozzafiato del mese?