Chi sono?


ilenia190160 Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo, dei giochi da tavola/videogiochi e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e sono laureata in una facoltà che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

mercoledì 8 aprile 2020

Mini-Recensione: 'Notte prima degli esami oggi' di Luca e Azzurra

Buongiorno amicia Come vi avevo accennato, mi rimaneva ancora un libro letto a Marzo da recensire, quindi oggi recupero l'ultima recensione del mese passato! Si tratta di un libro che va a chiudere una duologia iniziata quasi dieci anni fa e che ho letto perché avevo davvero bisogno di qualcosa di leggero! Avevo detto che avrei pubblicato la recensione lunedì, poi però sono stata contattata per l'evento sulle librerie indipendenti ed ho quindi deciso di far slittare questo post ad oggi, saltando il www.

Titolo: Notte prima degli esami oggi
Serie: Notte prima degli esami #2
Autore: Luca e Azzurra
Prezzo: € 13,00
Editore: Mondadori

TramaLuca Molinari è di nuovo il pronto a giocare la sua partita. Stavolta lo scenario è quello della Roma di oggi. Ci sono ancora gli esami di maturità, che più si avvicinano più sembrano una missione impossibile. Ma in un anno in cui l'Italia vince un Mondiale di calcio in quel modo, grazie a due come Grosso e Materazzi, può succedere proprio di tutto. Anche una storia con una come Azzurra. Lei fa già l'università, studia biologia marina. E di poco più grande di lui e di parecchio più disinibita. Bella da balbettare quando te la trovi davanti, lo travolge, lo stordisce e lo trascina in pazze avventure metropolitane: scherzi di massa organizzati col tam tam in Rete; struggenti bagni proibiti nella vasca dei delfini; balli di gruppo tutti nudi sul ponte di Castel Sant'Angelo. La loro storia, un tira e molla romantico che lascia col fiato sospeso fino al finale, è fatta di colpi di testa, blog che ti scavano l'anima e, come sempre, paura di farsi male con l'amore. Poi ci sono, e non se ne può fare a meno, gli amici, i gruppi, le tribù, i genitori spesso più scapestrati dei figli -, la musica, le feste, le delusioni. I gesti e gli sguardi, gli abbracci e le carezze. Anche quelle non date.



Notte prima degli esami è una di quelle serie che si apprezzano se si è cresciuti in compagnia dei film e della storia che ci hanno raccontato. E se si è cresciuti così, vi assicuro che questa duologia è un vero e proprio porto sicuro. Tra le pagine, infatti, ritroviamo il nostro caro e sciocco Luca Molinari, che dalla vita ha imparato tutto, tranne a scegliere le persone da amare. Quella con Azzurra è una storia fatta di tira e molla, che mette in luce paure ed insicurezze di una coppia estremamente sbilanciata. Da un lato ci sono l'indipendenza e la sicurezza di lei, dall'altro l'essere imbranato ed accondiscendente di lui. La storia scorre molto velocemente, narrata dal punto di vista lineare di Luca alternato a quello di Azzurra che ci viene presentato come un diario. La ragazza scrive in una sorta di blog dove non solo racconta la sua storia, ma appunta anche news dal mondo e classifiche legate a svariati argomenti.
In questo libro vengono toccate diverse tematiche, al punto che la paura dell'esame di maturità passa letteralmente in secondo piano e diviene un sottofondo che ci viene ricordato di tanto in tanto. Al tema del tanto temuto traguardo scolastico, vengono sovrapposte la paura di amare chi è diverso da noi, di lasciarsi andare ad una storia ricca di ostacoli (come l'età, gli interessi diversi e la distanza) ed il tradimento. La famiglia di Luca vive un enorme momento di disturbo, ma anche i suoi amici si trovano alle strette: in Notte prima degli esami oggi crollano certezze che sembravano indissolubili. I rapporti si sfaldano e mutano per poi ricomporsi inaspettatamente nelle più svariate forme sul finale, che ricorda quanto sia bello vivere amati, accompagnati dai propri amici e con il brivido dell'incertezza su cosa il futuro ci riserverà.


lunedì 6 aprile 2020

Blogger uniti per le librerie indipendenti

Il mondo editoriale e culturale italiano sta vivendo uno dei momenti più difficili della storia moderna. Il lockdown sta mettendo in ginocchio alcuni tra i più importanti presidi culturali: le librerie indipendenti, luoghi di incontro, scambio di idee, rifugio per ogni stato d’animo. Realtà che rischiano di subire un crollo da cui è difficile rialzarsi.
Secondo dati di Ali Confcommercio, l’associazione di categoria dei librari italiani, la chiusura delle librerie dal 23 febbraio al 25 marzo (la data che consentiva la riapertura stando a un precedente decreto) provocherà perdite di fatturato di circa 47 milioni di euro, pari a circa 16,5 milioni di euro di utili lordi.
In questo scenario così drammatico, cosa è possibile fare per essere d’aiuto? Chi può dare un contributo concreto per far sì che le librerie possano continuare ad esistere?
Questo si è domandata Erika Zini, giornalista e blogger, che da anni opera in ambito letterario con trasmissioni su Radio, TV e presentazioni in Librerie e Festival. E la risposta è stata tanto semplice quanto spiazzante: i blogger, che spesso sono considerati gli outsider del mondo editoriale, sono in realtà coloro a cui i lettori si affidano maggiormente per sapere tutto sui libri, sono tanti e sono distribuiti capillarmente nel nostro paese. E se ognuno, nel proprio angolo di web, potesse parlare delle librerie indipendenti della propria zona, facendole conoscere e facendo sapere che sono operative anche se non aperte al pubblico?
L’iniziativa è piaciuta così tanto che in sole 24 ore hanno aderito oltre 30 blog da 15 regioni d’Italia e sono continuamente in aumento con il solo passaparola. Per adesioni, sia blogger che librerie, è possibile scrivere a: info@erikazini.com

Insieme siamo più forti e potremo superare anche questo momento difficile” sostiene Erika Zini, ideatrice dell’iniziativa “perché è importante che ognuno di noi dia il proprio contributo perché nessuno è troppo piccolo per poter cambiare il mondo”.

---

Buongiorno amici lettori! Il post di oggi è molto speciale perché, come avrete capito dal comunicato stampa sopra allegato, oggi vi parlo di librerie indipendenti. Molte di loro, anche se in tantissimi non lo sanno, stanno creando sistemi per sopravvivere in questo periodo di quarantena. Di seguito vi parlerò sia di librerie che hanno ideato stratagemmi per diffondere la lettura in questo periodo, che di tutte le librerie della mia zona. Libri di cristallo, infatti, è il blog rappresentante la regione Umbria ed io sono molto felice dell'opportunità che mi è stata data da Erika! Alle librerie che sono riuscita a contattare negli ultimi giorni ho posto tre domande: due righe con la loro storia, di parlare delle iniziative prese dopo l'avvento del covid-19 e di consigliare qualche titolo. Inizierei subito con le due librerie che hanno risposto al mio appello, lasciandomi qualche riga di presentazione. Poi passerò a tutte le altre, perché nessuna libreria indipendente sarà esclusa!

Castiglione del Lago
"La libreria con caffetteria Libri Parlanti, apre i suoi battenti nel settembre del 2011, sembra una vita fa. Il nostro primo target erano ovviamente i bambini e le famiglie, quindi con una specializzazione sul comparto libri per bambini e ragazzi, albi illustrati e libri per insegnanti e genitori. Poi con il tempo abbiamo ampliato la proposta, diventando una libreria per tutti; con un'attenzione diversa ai lettori adulti con incontri con autori e gruppi di lettura. Molti incontri con autori sono proposto anche agli studenti. Per il periodo di quarantena abbiamo deciso di rispondere in 2 maniere: sui social, leggendo storie per i più piccini, inviando consigli di lettura per gli adulti e condividendo letture, interviste e molto altro che appartengono al nostro mondo. (autori che abbiamo incontrato, letture che ci hanno appassionato). L'altro piano sul quale ci siamo organizzate è la vendita on line (per adesso solo con richieste ai nostri contatti) e la consegna con corriere (gratuita); ci stiamo organizzando anche per attivare un vero e proprio e-commerce. ci sono tantissimi libri illustrati a cui siamo affezionate, che sono diventati dei must durante le nostre letture, come il mostro peloso o il gruffalò, etc . Ci sono illustrati che stanno arrivando in libreria in questi giorni di chiusura che non possiamo tenere solo per noi e vogliamo far vedere a tutti; ci sono le filastrocche senza tempo di Gianni Rodari, di cui si festeggia il centenario proprio in questo "stranissimo" 2020. Poi non possiamo fare a meno di condividere i libri degli autori che sarebbero dovuti essere nostri ospiti in questa primavera e che purtroppo possiamo incontrare solo virtualmente."

Libreria Sovrappensieri
Orvieto
"Sovrappensieri è nata 2 anni fa con l’idea di portare libri ed occasioni d’incontro fuori dal centro città e di creare uno spazio aperto, accogliente anche per il non lettore o il lettore occasionale, ma allo stesso tempo adeguato ai lettori più esigenti e attenti alle piccole realtà editoriali di qualità.
In questo momento, osserviamo le iniziative dei nostri colleghi indipendenti sparsi per l’Italia, ma abbiamo scelto di scartare spedizioni e consegne a domicilio a tutela delle nostre famiglie. Partecipiamo però all’iniziativa Libri con le ALI, che ci permette di recapitare libri direttamente dal distributore tramite corriere, in pochi giorni e senza costi per il cliente. Inoltre abbiamo deciso, per il tempo durante il quale non potremo essere del tutto operative, di lasciare fuori della libreria a disposizione di tutti il nostro piccolo assortimento di usato, invitando ad innescare un “book crossing d’emergenza”. I titoli a cui la libreria è più legata sono senz’altro quelli di Nona Fernández, pubblicata in Italia da Gran Vía e Edicola Ediciones (editori pazzeschi). Nona è una scrittrice straordinaria. È stata la nostra prima ospite internazionale, a pochi mesi dall’apertura, ed ha indubbiamente contribuito a trasmettere l’identità di Sovrappensieri. Amiamo molto anche Edizioni Black Coffee, Edizioni Atlantide e Racconti Edizioni (Francesca è malata di Adelphi, ma sembra anche banale dirlo, no?) Tra i nostri titoli del cuore: Il campo di Robert Seethaler, Il mio cuore umano di Nada Malanima, Tony Nessuno di Andrés Montero e Il grande tiratore di Kurt Vonnegut. Piccolo extra, un introvabile che va trovato: Venerdì O il limbo del Pacifico, di Michel Tournier."


Altre librerie indipendenti in Umbria
(cliccando sui loro nomi verrete riportati direttamente ai loro siti se disponibili)
Libreria Grande (Ponte San Giovanni, in questo periodo fa consegne a domicilio in tutta la provincia. Per le condizioni di vendita, cliccate sul link che vi rimanderà alla pagina Facebook dove sono contenute le informazioni), Liberia Paci La Tifernate (Città di Castello, in questo periodo spedisce con spedizione gratuita libri in tutta Italia. Per le condizioni di vendita, cliccate sul link), Libreria Mannaggia (Perugia centro, in questo periodo consegna a domicilio nel centro città e in tutta Italia con corriere. Per le condizioni di vendita cliccate sul link), Perugia Fumetti (Olmo, in questo periodo effettua consegne a domicilio. Per le condizioni di vendita, cliccate sul link), Libreria Luna (Foligno), Editoriale Umbra (Foligno), Nuovissima Libreria Carnevali (Foligno), Storie a colori (Terni, da loro potete trovare l'iniziativa libri in attesa).


Se non vi trovate nell'elenco:
Nel caso in cui siate una libreria umbra che non appare nell'elenco o che vogliate aggiungere informazioni all'articolo, potete scrivermi all'indirizzo email caldaremail@gmail.com. Nel caso in cui siate librerie di altre regioni d'Italia, vi lascio di seguito tutta la lista dei blog partecipanti all'iniziativa che si occupano delle altre regioni d'Italia: A Book for a Dream, Appunti di Zelda, Babbling_babook, Chiacchiere Letterarie, Chronicles of a Bookaholic, Coccole tra i libri, Co's Notebook, Erika Zini, Esmeralda Viaggi e Libri, Eynys Paolini Books, Fantasticando sui libri, I miei deliri da lettrice, I miei magici mondi, I sussurri delle Muse, Il libro sulla finestra, J. A. Windgale, Katy Booklover, La libreria di Yely, La nicchia letteraria), La ragazza che si nasconde dietro un libro, Libri & Segreti, Libri,libretti, libracci, Libri Riflessi, Pastafrolla Legge Libri, Rachel Sandman Author, Scrivere mi piace - Blog, Sil-ently aloud, The library of Jane, The mad otter, Tra sogno e realta 98, Universi Incantati.

Speriamo che troverete utile questa iniziativa e che vi andrà di condividerla!
Non lasciamo morire le librerie indipendenti.

sabato 4 aprile 2020

Voi lo scegliete, io lo leggo! | Maggio 2020

 SFIDA 2
Nove libri scelti da voi
Questa sfida è del tutto nuova per me ed ho deciso di aggiungerla per un motivo molto semplice: spesso ho difficoltà nello scegliere i libri da leggere perché non riesco a decidere quale volume leggere prima degli altri. Ho quindi deciso di creare una sorta di sfida in cui sia su Instagram che sul blog che su Facebook ogni mese metterò quattro titoli tra cui votare e voi potrete scegliere di quale libro vorreste leggere la recensione. Ovviamente sommerò i voti ottenuti in tutti i social e leggerò il libro che ha ottenuto il punteggio più alto. Il numero di titoli non è dodici, ma nove perché come sapete ho dei periodi in cui non leggo (come ad esempio Gennaio) e di conseguenza ho deciso di eliminarli dalla sfida perché altrimenti sarebbe stato impossibile completarla.

Buongiorno amici! Per il mese di Aprile avete votato in maggioranza Hollow City, che leggerò molto presto e spero mi piacerà (anche perché ho già tutti i restanti volumi della serie!). Per Maggio ho deciso di andare sui classici perché sono già indietro con la mia sfida personale dedicata a questa categoria ed ho veramente bisogno di una spinta per scegliere cosa leggere. Mi date una mano voi, vero?


Per aiutarmi, non dovete far altro che scrivere nei commenti il titolo di cui vi piacerebbe leggere una recensione entro il mese! Quando le votazioni saranno terminate su tutti i social, tornerò su questo post ed aggiungerò tutti i voti ricevuti con il totale per ogni libro e, conseguentemente, il titolo del libro vincitore.

Potrete votare fino all'ultimo giorno di Aprile.

Aspetto i vostri commenti!

venerdì 3 aprile 2020

Recensione: 'Due morti e quattro cadaveri' di Raffaele A. Garzone

Buongiorno amici miei! Per la prima volta mi trovo in arretrato di un paio di recensioni (questa e quella di Notte prima degli esami oggi), quindi oggi recupero lasciandovi il mio parere riguardo un giallo che mi ha davvero sorpresa, cosa più unica che rara. Ringrazio ancora una volta l'autore per avermi volute regalare una copia da leggere!

Titolo: Due morti e quattro cadaveri
Autore: Raffaele A. Garzone
Pagine: 151
Prezzo: € 4,97
Editore: Autopubblicato

Trama: Nella comunità Amish di Lakewood il tempo sembra essersi fermato a un secolo fa. Oltre le porte del fienile ci sono sei corpi appesi a testa in giù ad una trave. Una sera di febbraio, alle porte del villaggio, si presentano due individui in finanziera e panciotto che sostengono di essere Sherlock Holmes e John Watson, sbucati chissà come dalle pagine di vecchi romanzi. Questa è una storia in cui ciò che sembra più strano, ha in realtà un preciso senso logico, e pian piano tutto prende forma. Un solo dettaglio è chiaro fin dall’inizio: quelli appesi alla trave sono due morti e quattro cadaveri.



Due morti e quattro cadaveri è ambientato ai nostri giorni ed inizia catapultando il lettore in un villaggio Amish che, per chi non conoscesse questa cultura, equivale a trasportare il lettore in una sorta di mondo parallelo in cui il tempo sembra essersi fermato ed essere rimasto a un secolo fa, così immobile che addirittura sulla scena vediamo sbucare due figuri a noi molto noti: Sherlock Holmes e il Dottor Watson. Sui due protagonisti non c'è molto da dire, se non che sono caratterizzati molto bene. Arrivati a questo punto vi starete sicuramente chiedendo come sia possibile che nel ventunesimo secolo sia presente ad indagare sulla scena di un delitto la coppia più famosa di tutti i romanzi gialli. L'autore ha creato un escamotage davvero intrigante: l'ibernazione. L'idea è stata davvero intelligente e mi è piaciuta questa sorta di viaggio nel tempo programmato dove Holmes e Watson vengono riportati alla realtà nel momento in cui si deve indagare nelle comunità Amish. Giustamente, per indagare in un luogo rimasto fermo nel tempo, è essenziale ragionare con una mentalità rimasta ferma di un secolo. I nostri protagonisti, per mantenere intatto il loro modo di pensare, hanno l'assoluto divieto di entrare in contatto con la realtà odierna, con le nuove tecnologie e conoscenze.
Raffaele Garzone ci presenta una scena cruda, dove i protagonisti devono risolvere un misterioso caso. Tutto il libro, com'è ovvio che sia, ruota attorno allo svolgimento delle indagini e la storia ci viene narrata interamente dal punto di vista di Watson, il quale non manca nel descriverci pregi e difetti suoi e del suo collega.
Seppur io non sia un'amante di questo genere e non simpatizzi affatto per Sherlock Holmes, devo dire che questo libro è riuscito a catturarmi. Dopo un po' di titubanza iniziale, infatti, lo ho letto in appena una sera e mi sono ritrovata a divorare una pagina dietro l'altra, anche grazie allo stile semplice e scorrevole dell'autore. L'autore è riuscito ad incuriosirmi e a trascinarmi nelle indagini, fino a farmi scegliere e scartare colpevoli più volte.
Il pezzo forte di questo libro è però il finale, che mi ha letteralmente presa alla sprovvista e mi ha fatto saltare dalla sedia. Soltanto una cosa posso dire: l'idea dell'autore è stata assolutamente geniale ed anche solo per il finale il libro meriterebbe di essere letto.
Davvero grazioso, infine, il fatto che Raffaele abbia aggiunto una postilla in fondo al libro in cui indica una per una tutte le veridicità (e non) nascoste dietro ai vari particolari medico-tenici presentato nel corso della storia.