Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

lunedì 22 ottobre 2018

Halloweeks Blogtour | Tim Burton

Buongiorno lettori carissimi! Oggi iniziamo la settimana con un post molto particolare in cui, prendendo parte all'Halloweeks Blogtour vi do il mio personale consiglio su un tema halloweenoso. Nella mia tappa voglio allontanarmi un po' dalla tematica esclusivamente librosa del blog e voglio parlarvi di Tim Burton.
Chi non conosce questo famosissimo regista (e non solo) statunitense, alzi la mano, ma credo che saranno davvero in pochi a farlo data la sua fama. Con il post di oggi voglio darvi qualche consiglio per rendere speciale il vostro Halloween passandolo in sua compagnia e non voglio parlarvi soltanto di film, ma anche di libri e musica. Insomma, il mio vuole essere un consiglio a tutto tondo!

I FILM
Per la sera di Halloween tutti i film di Tim Burton possono essere adatti, però io oggi ve ne consiglio quattro. Parto con il classico dei classici, il fantastico 'The Nightmare before Christmas', che tra quelli sopra riportati è anche l'unico ad essere ambientato in un mondo dedicato ad Halloween. Della sua animazione consiglio anche 'La sposa cadavere', altrettanto importante, ma meno conosciuto e spesso lasciato nel dimenticatoio. Insieme a loro due vorrei focalizzare la mia attenzione su 'Frankenweenie', un dolcissimo film dedicato all'amore verso i propri animali. Il motivo per cui consiglio anche questo è perché è un film molto particolare e le sue tonalità lo rendono perfetto per una serata diversa, per chi avesse voglia di lasciarsi coccolare da un film emozionante e non soltanto oscuro.
Infine, come vero e proprio film, vi consiglierei 'Sweeney Todd', un musical dai toni macabri che trovo perfetto per passare la nottata di Halloween.
Come già detto sopra, in realtà vi consiglierei qualsiasi suo film, ma ho deciso di fare una piccola cernita. Se avete voglia di passare la serata con i più piccoli, vi consiglio assolutamente anche 'James e la pesca gigante', un meraviglioso film d'animazione per grandi e piccini, con le solite tinte burtoniane.

LA MUSICA
Ovviamente per questo ambito non posso consigliarvi musica creata dal regista, ma ho deciso di presentarvi una canzone assolutamente adatta alla serata di Halloween e tratta da 'The Nightmare before Christmas'.  Si tratta della canzone perfetta per creare l'atmosfera perfetta!
Non posso fare a meno di dirvi, però, che se volete creare atmosfere di diverso tipo, ma sempre dai toni scuri, potete cercare le colonne sonore degli altri film (ad esempio, mi sembra perfetta la base sonora di 'Alice in Wonderland' musicata da Danny Elfman).

I LIBRI
Se invece non siete amanti di un'atmosfera troppo halloweeniana e preferite restare a casa in compagnia di qualche lettura, mi permetto di consigliarvi un paio di titoli scritti da Tim Burton. Il primo è una storia nel suo classico stile, il secondo invece vi permetterà di saperne di più sul regista stesso. Oltre a questi, potete ovviamente recuperare le graphic novel e i romanzi tratti dai suoi svariati film.
Ci tengo a specificare che non ho letto nessuno di questi, ma li ho tutti nella lista dei desideri e sto cercando di recuperarli. Purtroppo non sono particolarmente 'famosi' e non sono sempre facilmente reperibili.

Spero di avervi incuriositi con questi miei consigli e, se siete degli amanti di Halloween, non dimenticate di continuare a seguire il tour!

giovedì 18 ottobre 2018

Recensione: 'Io sono cupido' di Francesca Silvia Loiacono

Buongiorno lettori! Oggi vi lascio la recensione di un libro in uscita proprio nella giornata odierna (lo ho letto a inizio mese) e, prima di passare al mio parere, volevo chiedervi: qual é l'appuntamento romantico più disastroso che abbiate mai avuto? Io ci ho riflettuto per giorni e devo ammettere che non riesce a venirmi in mente nulla ahahahahah probabilmente il peggiore è stato quando sono uscita a cena con il mio ex ragazzo e quella sera ho scoperto di essere intollerante a diverse cose. E' stato tremendo, visto che ho passato tutta la serata in bagno ahahahahahahahah

Titolo: Io sono Cupido
Autore: Francesca Silvia Loiacono
Pagine: 274
Prezzo: € 16,00
Editore: BookaBook

TramaRebecca Donà ha trentacinque anni e sta per divorziare da un marito che non l'ha resa felice. Quando meno se l'aspetta, viene assunta come love matcher negli uffici milanesi di Love Around, la famosa app di incontri. Come una moderna Cupido, il suo compito sarà quello di trovare il match perfetto per gli utenti dell'applicazione e far loro scoprire l'anima gemella. Sembra l'inizio di una brillante carriera e invece - come predicono fin da subito i tarocchi di sua madre - è l'inizio di una serie di problemi che aiuteranno Rebecca a capire una grande verità: per fare da Cupido agli altri, dovrà prima riuscire a superare i fantasmi del proprio passato.


Recensione:

Sin dalla prima pagina, ho capito che questo libro sarebbe stato estremamente ironico e divertente. E infatti così è stato. Per tutto il corso della lettura ci troviamo immersi in un'atmosfera ricca di immagini simpatiche, che ci permettono di conoscere non soltanto Rebecca (la nostra simpaticissima protagonista), ma anche tutte le persone con cui è in contatto.
Rebecca è una donna in piena separazione ed è una specie di scherzo del destino il fatto di ritrovarsi a lavorare come Cupido per un'applicazione di incontri. E' stato interessante vedere come il suo rapporto con le persone e con l'amore è stato in grado di maturare per via di questo lavoro: Rebecca continua a crescere, a diventare sempre più consapevole di ciò che è la sua vita. 
Il libro, nonostante la sua ironia, porta alla luce temi molto particolari, alcuni anche forti e Rebecca è costretta a fare delle scelte che la porteranno a cambiare totalmente la sua esistenza.
Affianco a lei troviamo quello che è probabilmente il mio personaggio preferito: Yoko. Yoko è la fidanzata di suo fratello ed è sopratutto grazie a lei che la nostra beniamina riesce a districare la matassa dei fili che si sono andati ad intrecciare attorno alla sua vita.
Oltre a Yoko troviamo altri personaggi, tra cui la madre (una donna appassionata di tarocchi, che la vede sempre lunga), suo fratello, Elisabetta (la quale mi ha lasciata abbastanza indifferente), Tommaso ed Ettore. E' quest'ultimo, il migliore amico di Rebecca, che mi ha fatto storcere il naso per gran parte della lettura a causa della sua iperprotettività che si tramuta spesso in invadenza. E' per questa premessa che, alla fine, quando si scoprono le carte, non ho potuto fare a meno di sorridere: anche il migliore psicologo nasconde in sé un mondo da mostrare solo al momento giusto.
Tutta la trama scorre accompagnata da uno stile ironico, che mi ha fatta spesso sorridere. La scrittura dell'autrice trasporta con sé questa caratteristica di essere sempre un po' sopra le righe: porta con sé un tono estremamente divertente. Il libro si legge in una giornata ed è accompagnato da dei titoli simpaticissimi che aprono ogni capitolo.
L'unica cosa sulla quale avrei preferito un po' più di attenzione sono gli sbalzi temporali. Molto spesso non vengono annunciati, anche tra una riga e l'altra e ciò causa un lieve smarrimento nel lettore. Non abbastanza, però, da rovinare la lettura.

sabato 13 ottobre 2018

Ma il fantasy? Cercasi calore disperatamente!

Buongiorno lettori! Come state? Io un po' meglio, grazie alle cure le vertigini stanno lentamente passando, anche se non mi abbandonano mai del tutto. Nel prossimo periodo farò alcuni controlli, ma sappiamo già che non si tratta di nulla di grave. L'unica cosa, però, è che devo limitare al minimo lettura e stare al pc. Un passo avanti, visto che per una settimana mi è stato totalmente vietato.
In ogni caso, approfitto del mio 'momento di aria libera' per scrivere questo post un po' particolare. E perché no, forse anche un po' provocatorio. Il tema? Il fantasy, ovviamente. Ma quale? E perché?

Partiamo dal principio...

Fino a qualche anno fa leggevo una quantità di fantasy incredibile. Sul serio, divoravo libri di questo genere giorno e notte e non mi fermavo mai. La mia fame di storie fantasy era insaziabile ed ho acquistato una moltitudine di volumi dei quali una parte, devo ammettere, giace ancora inerte sugli scaffali delle mie librerie.
Poi, un giorno mi sono resa conto che stava cambiando qualcosa: le storie che leggevo hanno iniziato ad essere tutte uguali. E' come se all'improvviso tutti gli autori si siano accordati per creare storie simili, dagli stessi toni, dalle stesse tematiche e, peggio ancora, dalle le stesse trame. 
Insomma, nell'arco di tre/quattro anni ho perso la fiducia nella letteratura fantastica. Ci ho messo tanto tempo per rendermi conto di questa cosa. Inizialmente pensavo che mi fosse semplicemente passata la voglia, ora invece mi rendo conto che sono soltanto stanca di leggere sempre le stesse cose.
Lo so che anche gli altri generi tendono a somigliarsi, ma il punto è che il fantasy una volta riusciva a sorprendermi, non mi annoiava mai e, sopratutto, mi permetteva di vivere storie in mondi inesistenti nei quali riuscivo a vivere.
Oggi ho così tanti libri di narrativa fantastica che attendono di essere letti, che di tanto in tanto tento di leggerne uno, rimanendo quasi sempre fregata. C'è sempre qualcosa che mi stona e la somiglianza assurda tra saghe diverse mi ha delusa così tanto nel corso del tempo che oggi non riesco più a dare fiducia a questo genere.
Certo, ciò non vuol dire che ho smesso di leggere fantasy o che tutto ciò che leggo non mi piace. Però, è così tanto tempo che non trovo un libro che riesca a sorprendermi, da non riuscire a capire da dove partire per tentare di riprendermi.

... e ora entrate in gioco voi.

Quella che vi pongo oggi è una sorta di preghiera. Una specie di supplica nata da una lettrice disperata che vorrebbe ritrovare la fiducia in questo genere. Lo vorrebbe davvero tanto.
Ciò che mi manca è riuscire a trovare un libro dalle tonalità classiche, quasi epiche, oppure un volume che riesca a farmi sorridere ed immergere in un mondo nuovo che abbracci tematiche interessanti e diverse dal solito. Un libro in stile 'Il sangue di Marklant', 'Il Signore degli Anelli', 'The Dark Hunt', ma anche un po' in stile 'Le Magie di Omnia', 'Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo', 'I Regni del fuoco'. Insomma, non cerco per forza consigli su libri seriosi, abnormi o pesanti. Cerco qualsiasi tipo di consiglio, dal più serio al più sciocco.  Inoltre, ciò che vi chiedo oggi è di parlarmi della vostra esperienza con il genere fantasy. Parlatemi del perché lo amate, del perché non potete farne a meno. Scrivetemi tutto ciò che riguarda il vostro amore verso i libri di questo genere. Descrivetemi il vostro preferito, ditemi perché secondo voi vale la pena leggerlo.
Oggi non voglio dei semplici consigli, né che mi parliate del primo libro che vi viene in mente. Oggi cerco sincerità e amore, perché ho bisogno di ricordare attraverso i vostri pensieri perché prima del ghiaccio nel mio cuore ardeva la passione del fantasy.
Ovviamente vi chiedo anche di consigliarmi qualche titolo. Non mi importa se vecchio o nuovo, mi importa che sia diverso. Diverso da tutto il resto.

Ah, una piccola precisazione!

Sono certa che arrivati a questo punto (o forse anche molto prima, dipende fin dove avete letto il post) molti di voi staranno pensando: se non hai voglia perché semplicemente non smetti di leggere fantasy? Sapete perché non mi va di abbandonarlo? Non soltanto perché ne ho la libreria piena e mi dispiace lasciare tutti questi libri lì a marcire (per modo di dire, si intende), ma sopratutto perché nel fantasy è racchiusa una parte di me stessa che ho voglia di ritrovare.
Non cerco un salvataggio, né il miracolo dei lettori, però mi piacerebbe tanto riuscire a catturare un po' del calore che riuscirete a descrivermi e riprenderlo in me, per potermi finalmente gettare ancora una volta in questo genere con lo spirito giusto: con la voglia di scoprire e fantasticare.
Insomma, arrivati a questo punto spero abbiate capito che il mio 'problema' non risiede nel genere in sé o nel fatto che non mi piaccia. Soltanto che negli ultimi anni sto avendo soltanto delusioni e le rare volte in cui trovo qualcosa di carino non mi basta. Condividete con me un po' del vostro calore!

Avete voglia di lasciarmi il vostro pensiero?
Grazie!

sabato 6 ottobre 2018

Segnalazioni dalle case editrici

Buongiorno lettori e buon sabato! Oggi finalmente vi lascio delle nuove segnalazioni. Ormai era parecchio tempo che non scrivevo un post simile, ma a causa del periodo di fermo estivo e della moltitudine di esami che mi hanno attesa al mio rientro a Perugia, non sono mai riuscita a dedicarmi alla preparazione di un post di segnalazioni come si deve. E vi assicuro che non bastano due secondi per selezionare i titoli, trascrivere le informazioni e tutto il resto!
C'è qualche titolo che finisce dritto dritto nelle vostre liste dei desideri? Io ne ho aggiunti una marea, meglio non parlarne ahahahahah 

TitoloGiovani inversi
Autore: Romina Lombardi
Pagine: 64
Prezzo: € 10,00 cartaceo
Editore: NPS Edizioni

TramaDi bullismo si è parlato molto negli ultimi anni. E non sempre nei termini giusti.
La strada per la demolizione di questo fenomeno è ancora lunga e tortuosa, ma è necessario partire da una consapevolezza: il bullismo è sempre esistito e esisterà a lungo. In passato frutto di soprusi accettati e resi leciti nel mondo di allora, nel presente e nel futuro frutto di sempre minor attenzione a processi quali empatia, inclusione, condivisione e socialità.
Ecco allora una testimonianza viva e forte, di quando ancora di bullismo non si parlava. Una voce che ha scelto la Poesia come mezzo di racconto e che riporta il genere nello scenario dell’attualità, facendone il protagonista di una contestazione interiore che porti avanti un cambiamento.
In questo piccolo, prezioso libro si combatte il bullismo con la grazia, le texture floreali, i colori e la simbologia semplice ma diretta racchiusi nelle illustrazioni che accompagnano i versi. Declinate in un linguaggio pop, le immagini assorbono il senso della giovinezza e dell’immediatezza, mitigando la durezza di certe parole e lasciando un senso di consapevolezza che colpirà anche le menti più adulte.
Titolo: Anime contro
Autore: Alessio Del Debbio
Pagine: 144
Prezzo: € 10,00 cartaceo | € 2,99 ebook
Editore: NPS Edizioni

Trama: È Natale e in una Viareggio addobbata a festa si incrociano le vite di quattro ragazzi in bilico tra adolescenza e età adulta, quattro anime in cerca del loro posto nel mondo.
Jonathan, l’amico che tutti vorrebbero e che teme di non essere niente più di quello che gli altri si aspettano da lui; Francesca, saggia e riflessiva, schiava di un doloroso passato da cui non riesce a liberarsi; Leonardo, il grande correttore, costretto a reggere sulle sue giovani spalle il peso di una famiglia che non funziona, e Veronica, solare e pasticciona, innamorata della vita e di un sogno d’amore.
Quattro storie che si intrecciano, si influenzano, si sostengono l’un l’altra, tra incontri e feste al bar del gruppo, l’amato “Delafia”, amori non corrisposti e sogni per un futuro incerto. “Anime contro” sono loro, i ragazzi di oggi, contro se stessi e contro la vita, che a volte non è come l’avevano immaginata. Ma non per questo hanno deciso di rinunciare a credere e a lottare.
TitoloNapoli mon amour
Autore: Alessio Forgione
Pagine: 240
Prezzo:  € 16,00 cartaceo
Editore: NN Edizioni

TramaAmoresano vive a Napoli, ha trent’anni e non ha ancora trovato il suo posto nel mondo. Le sue giornate passano lente, tra la vita con i genitori, le partite del Napoli, le serate con l’amico Russo e la ricerca di un lavoro. Dopo l’ennesimo, grottesco colloquio, decide di dare fondo ai suoi risparmi e di farla finita. Un giorno, però, incontra una bellissima ragazza e se ne innamora. Questo incontro riaccende i suoi desideri e le sue speranze: vivere, essere felice, scrivere. E incontrare Raffaele La Capria, il suo mito letterario. Ma l’amore disperde ancora più velocemente energie e risorse, facendo scivolare via, un centesimo dopo l’altro, i desideri ritrovati e le speranze di una vita diversa.
Alessio Forgione racconta una Napoli afosa e livida di pioggia, cinerea come la Hiroshima del film. E con una lingua incalzante, sonora, intessuta di tenerezza, firma il suo esordio, un romanzo di formazione lucido e a tratti febbrile, che ha il ritmo di una corsa tra le leggi agrodolci della vita e i chiaroscuri dell’innocenza.
Titolo: Figli di sangue e ossa
Autore: Tomi Adeyemi
Pagine: 560
Prezzo: € 18,00 cartaceo
Editore: Rizzoli

Trama: «Deglutisci, figlia. Ingoia le parole, bloccale nel profondo della tua anima. Nascondile, chiudi la bocca sul tuo potere. Non maledire, non curare. Non parlerai, ma imparerai. Silenzio, figlia. Rimani viva».
Il giorno in cui mia madre è stata uccisa, ha detto a mio padre che non avrei mai più pronunciato una sola parola e che se fossi morta, lui sarebbe morto con me. Predisse anche che il re avrebbe venduto la sua anima e avrebbe ceduto suo figlio al cielo. Da allora mio padre attende di poter avanzare la sua pretesa al trono e aspetta nell’ombra che tutte le parole di mia madre si avverino. Desidera disperatamente diventare re. Io voglio solo essere finalmente libera. Ma la mia libertà richiede una fuga e io sono prigioniera della maledizione di mia madre tanto quanto dell’avidità di mio padre. Non posso parlare o emettere suoni. Non posso impugnare una spada o ingannare un re. In un regno in cui gli incantesimi sono stati banditi, l’unica magia rimasta potrebbe essere l’amore. Ma chi potrebbe mai amare... Un uccellino?
Titolo: Trilogia delle ragazze
Autore: Beatrice Masini
Pagine: 272
Prezzo: € 17,00 cartaceo | € 9,99 ebook
Editore: Rizzoli

Trama: 
Una manciata di giorni in montagna nel cuore dell’inverno, e la sorpresa di capire che un amore per sbocciare non ha bisogno di troppe parole.
Un’estate di ore infinite, sabbia e vento, e una ragazzina che non sa se ha voglia di crescere, o forse ne ha troppa; quell’estate che ogni bambino ricorda quando non è più un bambino. Un anno scolastico in un liceo femminile alla fine degli anni Settanta: le amicizie, quelle vere e quelle no, gli scherzi, le invidie, le risate, la voglia di cambiare se stessi e il mondo intorno.
Tornano in libreria due romanzi di Beatrice Masini ormai introvabili, L’estate gigante e Giù la zip, per l’occasione impreziositi da un racconto inedito, I bottoni: tre storie di oggi e di ieri, di ricordi, di timida determinazione e insospettabile spavalderia, tre storie di ragazze che si affacciano alla vita senza sapere che la loro età spinosa e complicata è – sarà – indimenticabile.
Titolo: Rusti il selvaggio
Autore: S.E.Hinton
Pagine: 140
Prezzo: € 9,99 ebook | € 17,00 cartaceo
Editore: Rizzoli

TramaRusty, quattordici anni, è un giovane sbandato con il mito del “duro”. Il suo eroe personale è il Motociclista, di qualche anno più grande di lui, personaggio enigmatico quanto carismatico, capace di sedare frizioni tra gang di lunga data con un solo sguardo, ma anche di alienarsi per ore, immerso nella lettura, o sprofondato in riflessioni cupe e imperscrutabili.
Per Rusty è la sola ancora di salvezza nella tempesta della sua vita.
Quando rimane coinvolto nell’ennesima rissa, la scuola coglie l’occasione per espellerlo e Rusty va alla deriva, finendo con il perdere il ruolo di leader nella banda e persino la sua ragazza.
Ma questa volta il Motociclista non è lì ad aiutarlo...
TitoloIl tenore in biciletta
Autore: Massimo Piccalunga
Pagine: 230
Prezzo: € 3,99 ebook
Editore: Io scrittore

TramaNella Milano del primo Novecento, si svolgono le peripezie di un trovatello dallo strano nome, Lucevàn, così musicale e insolito. Egli ignora di essere nato dalla fuggevole avventura tra un famosissimo cantante lirico e una servetta d’albergo, così come il suo azzimato papà ignora l’esistenza di quel figlio al quale tuttavia ha trasmesso un dono singolare, un impulso irrefrenabile a cantare, a eseguire brani operistici e melodie sconosciute che gli si accendono dentro all’improvviso. Forse è la magia dell’arte, forse è l’amore di quella madre, morta apppena sedicenne, che non lo ha visto crescere ma che gli fa visita nei sogni. Dapprima adottato da una coppia di mezzadri del Lodigiano, Lucevàn a dieci anni scappa di casa per sfuggire ai maltrattamenti dei fratellastri. Si ritroverà quindi in un vortice di eventi che lo trasporteranno nell’alta società milanese e nei peggiori bassifondi, tra aristocratici melomani, ricche signore annoiate, ladri e donne di malaffare. Sullo sfondo degli anni convulsi di un’Italia travolta prima dalla guerra e poi dal fascismo, il giovane protagonista attraverserà con la sua inseparabile bicicletta sofferenze, dolori e speranze, portando sempre con sé la gioia del suo canto che sgorga dal cuore, puro e istintivo come l’amore e la ricerca della felicità.
Titolo: Il gusto speziato dell'amore
Autore: Silvia Casini
Pagine: 352
Prezzo: € 17,00 cartaceo
Editore: Leggereditore

Trama: Stella gestisce una libreria galleggiante sul Tevere specializzata in arte culinaria ed è l'autrice di Florario rock, il ricettario bestseller che ha firmato con lo pseudonimo di Josephine Alcott. Quando Gabriele, appassionato di cucina, si imbatte nella lettura del ricettario decide di contattare l'autrice, con la quale instaura una fitta corrispondenza. Ma cosa accadrà quando scoprirà che non esiste nessuna Josephine Alcott? Una storia d’amore frizzante, ironica e indimenticabile, che fonde sapientemente musica, letteratura e cucina. In appendice Florario rock, l’inedito ricettario gastronomico-musicale di Josephine Alcott.
TitoloSguardo al passato
Autore: Natale Mirafiori
Pagine: 219
Prezzo:  € 15,90 cartaceo | € 6,99 ebook
Editore: Santelli Editore

Trama‘Sguardo al passato’ racconta della storia di una giovane diciottenne nella sua affannosa ricerca d’amore, tra sguardi tanto ammiccanti quanto innocenti e amori platonici tra Rapallo, Roma a Torino.
Si tratta di Alessia Olivero.
Quale sarà l’uomo giusto per lei, quello con cui sperare nel tanto sognato matrimonio?
Forse, a volte, può essere meglio riappropriarsi della propria vita e raccogliere quanto più bello può riservarci, tornando da dove si è partiti. Anche se non sempre si riesce a fare a meno dell’amore, neppure quando si è rimasti delusi.
Titolo: La BandaCadabra
Autore: Neil Patrick Harris
Pagine: 272
Prezzo: € 15,50 cartaceo
Editore: Il Castoro

Trama: Quando Carter, un ragazzino orfano, mago di strada, scappa da uno zio più imbroglione che amorevole, non si aspetta certo di trovare amici e magia in una piccola e apparentemente tranquilla cittadina del New England.
Ma, come ogni trucco che si rispetti, le cose cambiano all’improvviso quando in città arriva l’avido B. B. Bosso e la sua banda di mascalzoni pronti a mettere a segno il colpo della vita: rubare con trucchi di magia il diamante più grande del mondo. Dopo il fatidico incontro con Dante Vernon, grande illusionista e proprietario del negozio di magia della città, Carter si unirà ad altri cinque ragazzini un po’ sgangherati ma con abilità straordinarie, per salvare la città dalle grinfie del perfido B. B. Bosso. Con grande lavoro di squadra e un pizzico di magia, la BandaCadabra vivrà un’avventura incredibile! All’interno del libro sono disseminati codici, messaggi segreti, ma anche tanti consigli e trucchi veri per diventare un illusionista!

Leggerete qualcuno di questi libri?