Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

lunedì 9 luglio 2018

Recensione: 'Caterina' di Vincenzo Zonno

Buongiorno lettori e buon inizio settimana! Finalmente mi sono rimessa in sesto e ieri sono riuscita a concludere la lettura di questo volumetto. Speravo di leggere moltissimo in questi ultimi giorni, invece a causa della febbre e dell'influenza non sono riuscita a combinare nulla ed oggi inizio ufficialmente a lavorare, quindi ora il tempo per leggere scarseggerà parecchio. Quanto sono sfigata?!
Vabbè, almeno ho un libro di cui potervi parlare oggi; gentile omaggio da parte dell'autore.

Titolo: Caterina
Autore: Vincenzo Zonno
Pagine: 147
Prezzo: € 14,00
Editore: Watson Edizioni

TramaCat è un'adolescente che, dopo aver perso prematuramente la madre, vive e lavora nel piccolo circo itinerante gestito dal patrigno. Sogna di diventare una funambola, ma la realtà è dura e avara di soddisfazioni. L'uomo che dirige la compagnia e che dovrebbe farle da padre è severo e autoritario, così come il resto degli artisti che provano invidia o indifferenza. Quando il circo si stabilisce in una foresta isolata dal più vicino centro urbano iniziano ad accadere eventi misteriosi. La natura che li circonda sembra nascondere segreti al limite dell'illusione, in un continuo vortice onirico, sempre a metà tra il sogno spettrale e la realtà, tra l'allucinazione e la macabra certezza di essere osservati. Qualcosa di oscuro si muove tra le ombre del tempo.

Recensione:

Avendo trovato nel primo libro di questo autore una narrazione innovativa e particolare, ho deciso di buttarmi a colpo sicuro su questo suo nuovo volume. Si tratta di un thriller psicologico e, per quanto io non possa ritenermi nemmeno lontanamente un'esperta del genere, credo che 'Caterina' abbia tutte le carte in regola per essere definito come tale. Le sensazioni di angoscia e smarrimento che la storia provoca al lettore durante la lettura sono fortissime, in alcuni punti arrivano dritte al cervello e lo fanno contrarre, in una sorta di smorfia che vorrebbe star a significare 'Perché?'.
Non per nulla, questo interrogativo è quello che rimbomba maggiormente per tutto il corso della trama, dove alcune cose rimangono incognite al lettore, una trama oscura che potrebbe essere divisa in due parti. Nella prima si ha una sorta di calma apparente, dove l'autore ci permette di conoscere i personaggi, i luoghi, il loro passato. Nella seconda c'è il blackout. L'autore distrugge ogni cosa, ogni certezza. Decide di non far salvo nulla di ciò che il lettore aveva creato. Si rimane totalmente spiazzati dal repentino cambio di atmosfera: dalla calma apparente all'orrore smisurato nel corso di pochissime righe, così, come se tutto fosse perfettamente normale. Come se il lettore avrebbe dovuto aspettarselo e, bhe, effettivamente io qualcosa mi aspettavo, ma non di certo quello che è successo. 
Ancora più terrificante è la scelta del finale, dove non si capisce più chi sia dalla parte del torto e dalla parte del giusto, dove la follia entra tra le pagine e le sbriciola una ad una, così come fa con le pochissime certezze che erano rimaste al lettore.
Per quanto riguarda i personaggi, trovandoci in un ambiente strettamente circoscritto, non se ne hanno molti, ma ognuno di loro ha qualcosa da mostrarci per confonderci le idee in vista dello spiazzante finale. Cat, la protagonista, è una ragazzina strana ed assieme a lei tutto il resto dei personaggi che compongono la compagnia del circo in cui Cat vive. Ammetto di non aver trovato una grande simpatia in nessuno di loro, mentre ho trovato davvero interessante Edgar, l'uomo della villa.
La narrazione è molto elaborata ed è accompagnata da uno stile piuttosto complesso che in alcuni punti tende a rallentare un po' la lettura.
In generale si tratta di un libro che consiglierei soltanto agli appassionati o a chi, come ho fatto io, ha davvero voglia di addentrarsi nell'oscurità più totale, senza aver paura del buio.

4 commenti:

  1. Un libro particolare, che sa ben trasmettere al lettore l'angoscia della protagonista e rendere evanescente il confine tra realtà e fantasia...
    L'ho apprezzato molto :)

    RispondiElimina
  2. WoW. Sembra davvero interessante. Ovviamente non è il mio genere ma sono incuriosita, sopratutto per il finale che vedo che ti ha lasciato senza parole XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahah non so se ti potrebbe piacere onestaemtne xD

      Elimina

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)