Chi sono?


io Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo, dei giochi da tavola/videogiochi e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog scrivo della mia passione librosa, con recensioni e rubriche. Che altro posso dirvi di me? Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, sono laureata in Lingue e culture straniere e in Scienze socioantropologiche per l'integrazione e la sicurezza sociale. Non so ancora come sarà il mio futuro, ma sono molto determinata a scoprirlo. Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

venerdì 19 novembre 2021

Recensione: 'Once upon a zombie. Il colore della paura' di Billy Phillips e Jenny Nissenson

Buongiorno amici lettori e buon lunedì! Direi di iniziare la settimana con una nuovissima recensione. In particolare oggi vi parlo di un libro che ho letto insieme a Gennaro. Entrambi lo abbiamo trovato molto divertente, ma credo che a lui in generale sia piaciuto un po' più che a me.


Titolo: Il colore della paura
Serie: Once upon a zombie #1
Autori: Billy Phillips e Jenny Nissenson
Pagine: 350
Prezzo: € 14,90
Editore: Edicart

TramaInspiegabili avvistamenti nei cimiteri di tutto il mondo... Il sito web unexplainablenews.com ha riferito di strani fenomeni avvenuti nei cimiteri di Scozia, Germania, Italia e Stati Uniti... La normale vita di Caitlin diviene drammatica proprio quando si ritrova di notte in un cimitero costretta a calarsi nella "tana del coniglio", in realtà un cunicolo spazio-temporale che la condurrà in un universo fatato e meraviglioso... se non brulicasse di selvaggi zombie! Gli eterni protagonisti delle fiabe, come Biancaneve, Cenerentola, Raperonzolo e la Bella Addormentata, si sono trasformati in famelici morti viventi! Ma lei è l'unica in grado di impedire una terribile, imminente catastrofe. Ci riuscirà? Una apologia della fantasia attraverso l'universo delle fiabe, ma anche una metafora delle difficoltà di ogni teenager ad affrontare la vita, a superare gli ostacoli senza perdere la magia e la capacità di meravigliarsi e sognare... Un romanzo divertente e ironico che tocca tematiche attuali e sprona i giovani lettori a vincere le proprie paure. 



Come avrete già capito seguendomi nel blog, adoro particolarmente le storie dove i personaggi delle fiabe/favole più famose vengono presi e catapultati in un universo diverso da quello classico. Quindi non negherò che ritrovare Alice, Aurora, Raperonzolo, Cenerentola e tanti altri personaggi in forma zombie mi ha davvero entusiasmata. Gli autori sono riusciti a creare una storia accattivante dove dove il mondo delle fiabe è diventato un insieme di creature mostruose e agghiaccianti segreti. In particolar modo questo primo volume della serie è ambientato nel Paese delle Meraviglie e sono rimasta piacevolmente colpita dal modo in cui questo è stato descritto. Normalmente non sopporto questa ambientazione perché tutto è sempre troppo illogico e senza senso. Per fortuna la cosa non si è ripetuta in questo libro.
La storia vede come protagoniste due sorelle: Caitlin e Natalie. La prima è piena di paure e vive nel terrore costante che possa accaderle qualcosa. Da quando la loro mamma è scomparsa i suoi sintomi si sono aggravati e quella che il lettore trova tra le pagine è una ragazzina ansiosa e terrorizzata dalla vita. Sua sorella, la piccola Natalie, è totalmente l'opposto: intraprendente, intelligente e priva di qualsiasi timore. I loro caratteri si combinano continuamente, rendendole una indispensabile all'altra. Agli occhi del lettore entrambe sono personaggi molto buffi perché si comportano in modi simpatici e battibeccano continuamente.
Il divertimento in questo libro non manca e non c'è possibilità che chi legga possa sentirsi sopraffatto dalla paura, soprattutto visto che la storia è scritta totalmente in chiave comica. Il personaggio buffo per eccellenza è Cenerentola (che onestamente si è guadagnata un posto d'onore nel mio cuore) che con i suoi camei arricchisce la trama di battute e simpatia. Diciamo che Cenerentola fa un po' la parte di Olaf in Frozen: è quel personaggio che lega tutta la trama attraverso la comicità. Senza di lei il libro non sarebbe stato lo stesso.
In alcuni punti però, devo dire che il lato simpatico si trasforma in trash e delle parti sono assurdamente ridicole (sì, credo proprio che questo sia il termine giusto). Nonostante ciò, la storia mi è piaciuta, l'ho trovata originale e sono rimasta colpita dal modo in cui gli autori sono riusciti ad amalgamare tantissimi personaggi famosi senza far perdere loro le caratteristiche che normalmente li contraddistinguono. Inoltre, nonostante le presenze importanti che le affiancano, le due protagoniste umane non cadono mai in secondo piano ed anzi diventano fulcro portante dell'universo narrato. Forse il punto peggiore è quello centrale dove ad un certo punto la storia è stata tirata un po' per le lunghe.
Lo stile è molto semplice ed estremamente godibile, infatti le pagine scorrono velocemente davanti agli occhi. Unica pecca è che in alcuni punti vengono ripetute continuamente le stesse frasi, soprattutto nei dialoghi.
Insomma, vi consiglio questo libro perché nonostante presenti alcune pecche è sicuramente divertente ed è il buon inizio di una serie che sembra promettente.


Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per la visita! Se ti va, ricordati di lasciare un commento. Risponderò al più presto!❤