Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

sabato 2 dicembre 2017

Recensione: 'Wonder' di R.J.Palacio

Buongiorno lettori! Approfittando dei giorni che ho passato a casa con la febbre e in cui non sono riuscita a studiare molto, ho concluso la lettura di questo libro che attendeva ormai da tanto tempo nella mia libreria. Per farvi capire, contate che lo ho comprato quando era appena uscito 'Il libro di Julian'!

Titolo: Wonder
Autore: R.J.Palacio
Pagine: 285
Prezzo: € 9,90
Editore: Giunti
Traduzione: Alessandra Orcese

TramaÈ la storia di Auggie, nato con una tremenda deformazione facciale, che, dopo anni passati protetto dalla sua famiglia per la prima volta affronta il mondo della scuola. Come sarà accettato dai compagni? Dagli insegnanti? Chi si siederà di fianco a lui nella mensa? Chi lo guarderà dritto negli occhi? E chi lo scruterà di nascosto facendo battute? Chi farà di tutto per non essere seduto vicino a lui? Chi sarà suo amico? Un protagonista sfortunato ma tenace, una famiglia meravigliosa, degli amici veri aiuteranno Augustus durante l'anno scolastico che finirà in modo trionfante per lui. Il racconto di un bambino che trova il suo ruolo nel mondo. Il libro è diviso in otto parti, ciascuna raccontata da un personaggio e introdotta da una canzone (o da una citazione) che gli fa da sfondo e da colonna sonora, creando una polifonia di suoni, sentimenti ed emozioni.


Recensione:

Non so di preciso perché ho atteso così tanto per leggere questo libro. Forse semplicemente non mi sentivo pronta ad affrontarne la lettura, ma in ogni caso pochi giorni fa ho avuto un improvviso colpo di ispirazione ed ho deciso di dedicarmi alla storia di Auggie. La trama è davvero bella ed ho adorato sia il personaggio principale che la sua famiglia. Mi è piaciuta anche Via, nonostante in alcuni punti si comporti in modo strano verso il fratello. Mi è piaciuta perché è umana e non è stata creata per presentare una famiglia perfetta messa a dura prova, ma una famiglia reale, che deve ogni giorno fare i conti con una realtà difficile.
August è un bambino stupendo. Ho adorato il suo personaggio in ogni singola sfumatura. Mi è piaciuto nei suoi momenti di gioia, ma anche in quelli scuri e riflessivi. Leggere la sua storia mi ha ricordato di un ragazzo che veniva in classe con me molto tempo fa, quando ero una bambina, anche se la situazione non è la stessa. Mi sono ricordata di come gli altri si comportavano con lui e, nonostante volessi fingere a me stessa che non era così, pensando alla me bambina mi sono ritrovata in quel secondo sguardo che tutti regalavano ad Auggie. Mi sono un po' rivista in Jack, un altro personaggio che mi è piaciuto tanto, nonostante commetta degli errori.
Tutta la storia, ovviamente, ruota attorno all'aspetto del protagonista ed è stato interessante leggerla impersonandomi in diversi personaggi. La trama, infatti, è narrata dal punto di vista di diverse persone ed è proprio questo che la rende ancora più reale: sapere cosa gira nella testa di coloro che si sentono vicini ad August.
La narrazione è molto semplice e scorre velocissima, infatti ho letto il libro in appena una giornata. L'unico punto in cui non mi è piaciuta particolarmente la scelta stilistica dell'autrice è nel capitolo di Justin, dove vengono elise tutte le maiuscole. In realtà non ne ho ancora capito il senso, se devo essere sincera.
'Wonder' è un libro che consiglio di leggere, perché è semplice, ma allo stesso tempo molto bello. Tocca temi difficili appoggiandosi al punto di vista di bambini e questo lo rende un libro speciale. Come il suo protagonista.  Ad un certo punto ho anche versato due lacrimucce, quindi come faccio a non consigliarvelo?

10 commenti:

  1. Ciao Ilenia! Questo libro colpisce dritto al cuore! Anche io ho aspettato moltissimo a leggerlo, purtroppo direi...ma poi quest'anno ho recuperato e li ho letti tutti insieme!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho 'Il libro di Julian', ma mi mancano gli altri due. Li compro e poi me li leggo tutti e tre insieme!

      Elimina
  2. Ero proprio curiosa di sapere cosa ne pensavi. L'ho sempre voluto leggere ma non l'ho ancora fatto :\ da come ne parli però sto solo perdendo tempo a non leggerlo. Grazie del consiglio Ile <3

    RispondiElimina
  3. Le lacrime sono incluse a priori quando si legge Wonder, non si scappa. ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è stato un pezzettino che mi ha uccisa. E' una cosa che mi capita veramente di rado, praticamente quasi mai!

      Elimina
  4. E' un libro che io farei leggere a tutti, lo trovo educativo, e sì, anche io bei pianti me li sono fatti leggendolo!
    xoxo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi trovo d'accordo, sarebbe da far leggere a tutti.. sopratutto nelle scuole!

      Elimina
  5. Questo è uno di quei libri che tutte le volte che lo vedo mi riprometto di leggerr, ma che poi non leggo mai... Troppi libri da leggere che reclamano le mie attenzioni! Magari nell'anno nuovo ci riuscirò! Anche perchè mi ispirano parecchio i molteplici punti di vista, da quello che hai scritto sembrano ben realizzati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco, anche io ho dei libri che ogni volta gli passo davanti e penso 'sarai il prossimo!', per poi smentirmi da sola. Forse vuol semplicemente dire che non è arrivato il loro momento!

      Elimina

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)