Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna (sì, è la mia gatta, una dei diecimila animali che possiedo) e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

lunedì 19 maggio 2014

Recensione: 'Melchi - Vi racconto una storia' di Sergio Shiazzano

Buon inizio settimana lettori. Pensando alla me di circa un anno fa, ricordo perfettamente che, appena aperto il blog, ero una scarsa lettrice di libri italiani. Non so perché, forse semplicemente non ne avevo mai trovati di belli come negli ultimi tempi. E' grazie anche a volumi come quello che vado a recensire oggi, che sono contenta di aver ricominciato a leggere i libri dei miei connazionali.

Titolo: Melchi - Vi racconto uan storia
Autore: Sergio Schiazzano
Pagine: 252
Prezzo: € 13,50
Editore: GrausEditore

TramaSe ci fossero stati treni sull’isola, e binari sui quali vederli scorrere, sicuramente Melchi sarebbe stato uno di quelli seduti tutto il giorno su una panchina della stazione ad aspettarli. Ne avrebbe visti passare due, tre, dieci, cento, mille, senza che si decidesse a salire su uno di essi. Anzi, uno forse l’avrebbe preso, purché fosse stato sicuro che quel treno non portasse in nessun posto in particolare. Forse quello che aspettava era ancora lungi dall’arrivare, o forse non sarebbe mai arrivato; ma, dallo sguardo triste e pensieroso che aveva, si capiva che il suo treno era un treno su cui, per salire, non occorreva né biglietto né valigia. 

Recensione:

Come avrete intuito dalla breve premessa all'inizio del post, ho davvero apprezzato questo libro. Devo ammettere che durante le prime pagine non riuscivo a coglierne il senso, poi la sua profondità e la sua dolcezza mi hanno letteralmente rapito il cuore.
Leggendo mi è sembrato di vivere una storia narrata in uno stile intermedio tra Baricco e Zafon, qualcosa di unico e particolare che, nonostante la semplicità della scrittura, ha la capacità di trasmettere tantissimi messaggi importanti e situazioni nelle quali mi sono spesso identificata.
I personaggi sono tutti molto particolari e radicati nella loro idea di mondo; quell'idea che solo degli isolani isolati dal resto dell'umanità possono farsi. Soltanto i due protagonisti principali sembrano accorgersi di quanto importante sia voler fuggire. Attenzione però, perché questo termine non deve essere frainteso:  in questo testo l'importanza di esso viene tutta raccolta nei sogni.
E proprio come un sogno è stata la lettura di questo romanzo, una di quelle storie che ti fa cavalcare letteralmente tra le onde della fantasia e delle emozioni più forti: amore, disperazione, ma soprattutto amicizia.
Uno di quei volumi che, una volta conclusi, ci si chiede come mai non siano popolari quanto meriterebbero.


17 commenti:

  1. Non lo conoscevo questo libro! Quindi Brava! L'ultima frase dice tutto! Peccato davvero che certi libri siano un po' messi nell'ombra. Mi piacerebbe leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che ne avrai l'occasione, perché ne vale davvero la pena!

      Elimina
  2. Che belle parole, Ilenia! Come sempre riesci a decifrare il "cuore" del romanzo e a trasmettere le tue emozioni. "Melchi" rientrerà tra le mie prossime letture:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quello che spero di trasmetter ogni volta con le mie piccole e semplici recensioni. Sono davvero contenta di averti colpita!

      Elimina
  3. Bella recensione *__* mi hai incuriosita tantissimo!! Non conoscevo il libro, ma sembra promettere molto bene!!

    RispondiElimina
  4. Bella recensione Ilenia!^^. Mi pare un libro davvero interessante, non lo conoscevo...:)

    RispondiElimina
  5. Ohh sembra un libro che potrebbe piacermi un sacco..intermedio tra Baricco e Zafon per me è già una garanzia!!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapevo che con quel paragone avrei rapito il cuore a qualcuno <3

      Elimina
  6. Io l'ho letto e tutto d'un fiato perchè quando inizi ti appassioni e ti affezioni a questa fantastica famiglia !

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)