Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

sabato 29 settembre 2018

Recensione: 'Il battito della bestia' di Noemi Gastaldi

Buongiorno lettori! Dopo tutti altri generi, è finalmente tornata l'ora di recensire un fantasy! Devo dire che ormai sento di essermi piuttosto allontanata da questo genere rispetto a qualche anno fa; però ogni tanto mi fa piacere tuffarmi in un libro come questo.
In questo caso, si tratta del secondo di una trilogia che io possiedo in volume unico (i dati sotto riportati riguardano il libro singolo che trovate in vendita), ma che ho deciso di dividere perché il formato è minuscolo e l'impaginazione pessima, quindi per evitare di uccidermi gli occhi, ho deciso di spezzettare la lettura dei tre libri! Ovviamente, non troverete spoiler di nessun tipo, nonostante si tratti del secondo della serie.

Titolo: Il battito della bestia
Serie: Oltre i confini #2
Autore: Noemi Gastaldi
Pagine: 260
Prezzo: € 15,00
Editore: Autopubblicato

TramaLucilla si risveglia dopo la battaglia, incredula, incapace di accettare l'idea che il mondo oltre i confini sia stato dissolto. Ma le basterà trovare il coraggio di affrontare la situazione, per accorgersi che le due facce della realtà, simbionti e inscindibili, sono soltanto cambiate.





Recensione:

In questo secondo libro dedicato alla serie della realtà immateriale, ci troviamo in una realtà ormai diventata un tutt'uno con ciò che rimane del mondo oltre i confini. 
Ancora una volta il lettore viene catapultato in un crescendo di battaglie, sentimenti contrastanti ed incontri inaspettati. Questo libro, infatti, lo ho trovato davvero ricco di rivelazioni dal punto di vista dei personaggi: ci troviamo difronte a nuovissime persone che sono fondamentali per il proseguimento della storia, ma anche chi già conoscevamo subisce delle svolte davvero inaspettate. Molte vecchie conoscenze come Bruno, Sophia e Malvina cambiano drasticamente e ci fanno conoscere un loro lato totalmente nuovo. In questa parte della storia è davvero facile schierarsi da un lato piuttosto che dall'altro. 
La nostra Lucilla, però, è esattamente come nel primo volume: ingenua, vogliosa di scoprire la verità e piena di grinta. Il suo personaggio è particolare, perché a seconda delle situazioni riesce a creare sentimenti contrastanti nel cuore del lettore. E' però impossibile non stringersi dalla sua parte quando ci troviamo nel bel mezzo delle vicende. Anche Francesca, ormai sua amica fedele, è esattamente come la ricordavamo.
L'ambientazione è ancora una volta principalmente a Torino e questa cosa mi fa sempre sorridere, perché riesco ad immaginare bene le strade della città e diventa davvero naturale immedesimarsi nella lettura. Sono sempre stata affascinata dalla storia del triangolo di magia bianca e nera a cui Torino appartiene e sono contenta di averlo ritrovato in questo volume, perché la tematica dell'esoterico è molto forte.
La narrazione è come al solito spedita e semplice, anche se in alcuni punti l'autrice punta all'uso di termini un po' aulici per il contesto narrato. Il tutto si porta avanti in un'atmosfera quasi onirica. E' una cosa strana da spiegare, ma questa serie è scritta nel preciso modo in cui secondo me potrebbero essere descritti i sogni.
Questo secondo volume, insomma, è un ottima conclusione del primo e lascia diversi interrogativi aperti che ci indirizzano al terzo. La sua unica pecca è che forse scorre un po' tutto con troppa velocità e le pagine terminano ancor prima di riuscire a capire cosa ci aspetta.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)