Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

giovedì 18 ottobre 2018

Recensione: 'Io sono cupido' di Francesca Silvia Loiacono

Buongiorno lettori! Oggi vi lascio la recensione di un libro in uscita proprio nella giornata odierna (lo ho letto a inizio mese) e, prima di passare al mio parere, volevo chiedervi: qual é l'appuntamento romantico più disastroso che abbiate mai avuto? Io ci ho riflettuto per giorni e devo ammettere che non riesce a venirmi in mente nulla ahahahahah probabilmente il peggiore è stato quando sono uscita a cena con il mio ex ragazzo e quella sera ho scoperto di essere intollerante a diverse cose. E' stato tremendo, visto che ho passato tutta la serata in bagno ahahahahahahahah

Titolo: Io sono Cupido
Autore: Francesca Silvia Loiacono
Pagine: 274
Prezzo: € 16,00
Editore: BookaBook

TramaRebecca Donà ha trentacinque anni e sta per divorziare da un marito che non l'ha resa felice. Quando meno se l'aspetta, viene assunta come love matcher negli uffici milanesi di Love Around, la famosa app di incontri. Come una moderna Cupido, il suo compito sarà quello di trovare il match perfetto per gli utenti dell'applicazione e far loro scoprire l'anima gemella. Sembra l'inizio di una brillante carriera e invece - come predicono fin da subito i tarocchi di sua madre - è l'inizio di una serie di problemi che aiuteranno Rebecca a capire una grande verità: per fare da Cupido agli altri, dovrà prima riuscire a superare i fantasmi del proprio passato.


Recensione:

Sin dalla prima pagina, ho capito che questo libro sarebbe stato estremamente ironico e divertente. E infatti così è stato. Per tutto il corso della lettura ci troviamo immersi in un'atmosfera ricca di immagini simpatiche, che ci permettono di conoscere non soltanto Rebecca (la nostra simpaticissima protagonista), ma anche tutte le persone con cui è in contatto.
Rebecca è una donna in piena separazione ed è una specie di scherzo del destino il fatto di ritrovarsi a lavorare come Cupido per un'applicazione di incontri. E' stato interessante vedere come il suo rapporto con le persone e con l'amore è stato in grado di maturare per via di questo lavoro: Rebecca continua a crescere, a diventare sempre più consapevole di ciò che è la sua vita. 
Il libro, nonostante la sua ironia, porta alla luce temi molto particolari, alcuni anche forti e Rebecca è costretta a fare delle scelte che la porteranno a cambiare totalmente la sua esistenza.
Affianco a lei troviamo quello che è probabilmente il mio personaggio preferito: Yoko. Yoko è la fidanzata di suo fratello ed è sopratutto grazie a lei che la nostra beniamina riesce a districare la matassa dei fili che si sono andati ad intrecciare attorno alla sua vita.
Oltre a Yoko troviamo altri personaggi, tra cui la madre (una donna appassionata di tarocchi, che la vede sempre lunga), suo fratello, Elisabetta (la quale mi ha lasciata abbastanza indifferente), Tommaso ed Ettore. E' quest'ultimo, il migliore amico di Rebecca, che mi ha fatto storcere il naso per gran parte della lettura a causa della sua iperprotettività che si tramuta spesso in invadenza. E' per questa premessa che, alla fine, quando si scoprono le carte, non ho potuto fare a meno di sorridere: anche il migliore psicologo nasconde in sé un mondo da mostrare solo al momento giusto.
Tutta la trama scorre accompagnata da uno stile ironico, che mi ha fatta spesso sorridere. La scrittura dell'autrice trasporta con sé questa caratteristica di essere sempre un po' sopra le righe: porta con sé un tono estremamente divertente. Il libro si legge in una giornata ed è accompagnato da dei titoli simpaticissimi che aprono ogni capitolo.
L'unica cosa sulla quale avrei preferito un po' più di attenzione sono gli sbalzi temporali. Molto spesso non vengono annunciati, anche tra una riga e l'altra e ciò causa un lieve smarrimento nel lettore. Non abbastanza, però, da rovinare la lettura.

2 commenti:

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)