Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

lunedì 27 gennaio 2014

Segnalazione doppia: 'La mia amica ebrea' di Rebecca Domino e 'Quando dal cielo cadevano le stelle' di Sofia Domino

Buongiorno!
Inerenti alla giornata e in parallelo con la loro pubblicazione, oggi voglio presentarvi due libri italiani.


Titolo: Quando dal cielo cadevano le stelle
Autore: Sofia Domino
Pagine: 496
Prezzo: ebook € 1,99
Editore: Lulu

TramaLia ha tredici anni. È una ragazzina italiana piena di sogni e di allegria, con l’unica colpa di essere ebrea durante la Seconda Guerra Mondiale. Dallo scoppio delle leggi razziali la sua vita cambia, e con la sua famiglia è costretta a rifugiarsi in numerosi nascondigli, a sparire dal mondo. Da quel mondo di cui vuole fare disperatamente parte. Passano gli anni, conditi da giornate piene di vicende, di primi amori, di paure e di speranze, come quella più grande, la speranza che presto la guerra finirà. Ma nessuno ha preparato Lia alla rabbia dei nazisti. Il 16 ottobre 1943, la comunità ebraica del ghetto di Roma viene rastrellata dalla Gestapo e i nazisti le ricorderanno che una ragazzina ebrea non ha il diritto di sognare, di sperare, di amare. Di vivere. Lia sarà deportata ad Auschwitz con la sua famiglia, e da quel giorno avrà inizio il suo incubo. Terrore, lavoro, malattie, camere a gas, morti. E determinazione. Quella che Lia non vuole abbandonare. Quella determinazione che vorrà usare per gridare al mondo di non dimenticare. Quella determinazione che brillerà nei suoi occhi quando il freddo sarà troppo pungente, quando la fame sarà lancinante, quando la morte sarà troppo vicina e quando sarà deportata in altri campi di concentramento.
Quella determinazione che le farà amare la vita, e che le ricorderà che anche le ragazzine ebree hanno il diritto di sognare. Perché non esistano mai più le casacche a righe, perché nessuno sia più costretto a vivere in base a un numero tatuato su un braccio o in base a una stella cucita sulla veste.
Perché dal cielo non cadano più le stelle.

L'autrice:
"Sono nata nel 1987 e sin da quando ero piccola mi piaceva scrivere temi e racconti. Adesso la scrittura e' la mia passione principale. Oltre a scrivere mi piace leggere e viaggio non appena posso. "Quando dal cielo cadevano le stelle" e' il mio primo romanzo." 



Titolo: La mia amica ebrea
Autore: Rebecca Domino
Pagine: 300
Prezzo: ebook € 1,99
Editore: Lulu

TramaAmburgo, 1943. La vita di Josepha, quindici anni, trascorre fra le uscite con le amiche, le lezioni e i sogni, nonostante la Seconda Guerra Mondiale. Le cose cambiano quando suo padre decide di nascondere in soffitta una famiglia di ebrei. Fra loro c'è Rina, quindici anni, grandi e profondi occhi scuri.
Nella Germania nazista, giorno dopo giorno sboccia una delicata amicizia fra una ragazzina ariana, che è cresciuta con la propaganda di Hitler, e una ragazzina ebrea, che si sta nascondendo a quello che sembra essere il destino di tutta la sua gente.
Ma quando Josepha dovrà rinunciare improvvisamente alla sua casa e dovrà lottare per continuare a sperare e per cercare di proteggere Rina, l'unione fra le due ragazzine, in un' Amburgo martoriata dalle bombe e dalla paura, continuerà a riempire i loro cuori di speranza.
Un romanzo che accende i riflettori su uno dei lati meno conosciuti dell'Olocausto, la voce degli "eroi silenziosi", uomini, donne e giovani che hanno aiutato gli ebrei in uno dei periodi più bui della Storia.

L'autrice:
"S
ono nata nel 1984, e da sempre sono appassionata di scrittura. Dopo aver messo da parte questa mia grande passione per molti anni, sono tornata a scrivere e adesso e' cio' che mi piace di piu' fare. Sono anche un'appassionata viaggiatrice e lettrice. "La mia amica ebrea" e' il mio primo romanzo."

Blog dell'autrice

Allora, cosa ne pensate?

6 commenti:

  1. Devono essere entrambi molto intensi e molto tristi.. un argomento di cui è bene che si parli perché non deve assolutamente essere dimenticato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sicuramente un tema che è andato perso nel tempo, riducendosi a una giornata sola. Secondo me se ne dovrebbe solo che parlare di più.

      Elimina
  2. Anche secondo me, non dovrebbe essere ricordata soltanto un giorno all'anno. E' troppo poco.
    Per quanto riguarda i libri dovrebbero pubblicarne di più sull'argomento, poiché almeno, dato che le parole volano e si dissolvono nell'aria, lo scritto rimane a testimoniare ciò che è successo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. Queste giornate sono utili, è vero, ma per non dimenticare non ci si può limitare a pensarci un giorno solo all'anno.
      E concordo con te per quanto riguarda i libri.

      Elimina
  3. Grazie per le segnalazioni Ilenia :)

    Valentina
    www.peekabook.it

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)