Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

martedì 3 marzo 2015

Recensione: 'Le parole giuste' di Silvia Vecchini

Buongiorno lettori! Questa settimana vi lascio due recensioni consecutivamente perché dovevo proprio rifarmi dopo non averne pubblicata nemmeno una la settimana scorsa. 
Il libro di cui vi parlo oggi è scritto da una mia concittadina! Silvia Vecchini, infatti, è nata a Perugia proprio come me e devo dirvi che anche questo mi ha incuriosita e spinta a prendere il suo libro! Ho fatto proprio un ottimo acquisto!


Titolo: Le parole giuste
Autore: Silvia Vecchini
Pagine: 140
Prezzo: € 9,90
Editore: Giunti

TramaEmma fa la seconda media. Da un po' di tempo pare che intorno a lei si sia creato il deserto. Il gruppo che impersonerà le dee dell'Olimpo alla sfilata di carnevale l'ha gentilmente buttata fuori. Sulla "lista dei segreti spacciati", che viene trovata misteriosamente nell'armadio di classe ogni tanto, è apparsa la scritta: "Emma della seconda e finirà nel gruppo RPS". Recupero, potenziamento, sostegno. È di questo che ha bisogno, Emma. "Sono diventata stupida" pensa. Ma non è il caso di parlarne a casa. Papà è malato, molto malato. È in attesa di un trapianto. I suoi problemi Emma li affronterà da sola. Ma non è facile, quando si vive la scuola come un campo minato pieno di insidie, dove i concetti sembrano sfuggire come anguille e le parole si intrecciano e si confondono, come un gomitolo di suoni inceppati...



Recensione:

Emma è una ragazzina di seconda media che ha problemi di concentrazione e a cui ogni parola sembra difficile e incomprensibile. In un termine soltanto, Emma è dislessica, Questa situazione la porta ad accumulare innumerevoli richiami scolastici ed anche molto nervosismo, abbinato alla presenza in casa di un padre in dialisi che necessita di un trapianto.
La storia di Emma è narrata in un modo semplice e fanciullesco e il tutto è visto dagli occhi della ragazzina protagonista che ci mostra i suoi pensieri e tutto ciò che le accade.
La sua vita ci viene descritta attraverso un quadro a volte nitido e a volte confuso, con una cornice di paure e speranze unite in un unico grande sentimento.
Ho molto apprezzato la scelta di rendere una storia tanto importante in una narrazione altrettanto semplice, veloce e scorrevole. Questi caratteri portano il libro ad essere allo stesso tempo coinvolgente ed appassionante. Inoltre, in più di un punto, le prese di consapevolezza di Emma mi hanno fatta sorridere e innamorare della giovane protagonista.
La sua è una storia di tutti i giorni che ci ricorda quanto sia importante non basarci soltanto sulla paura del futuro. Emma, infatti, è inizialmente fissata con varie conte stranissime e con la misteriosa 'palla delle risposte' che le fornisce un no o un sì casualmente, a seconda delle domande che lei si pone. Andando avanti nella lettura, questa fissa svanisce, lasciando spazio all'importanza del presente e delle parole giuste che possono e devono essere usate qui, ora.
Infine, questo breve romanzo, ci ricorda anche che per migliorare in qualcosa ci vuole passione, ma anche tanto tempo e tanta dedizione.


16 commenti:

  1. Sembra carinissimo :) Cercherò di prenderlo :)

    RispondiElimina
  2. Non lo conoscevo e mi hai incuriosita :)

    RispondiElimina
  3. Sembra un libro molto bello, mi incuriosisce la protagonista (e apprezzo i libri che vengono raccontati con la semplicità dei bambini ), me lo segno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' uno stile narrativo che apprezzo anch'io e credo sia anche piuttosto difficile da seguire ed impostare senza errori, per una persona adulta!

      Elimina
  4. Mi ha proprio incuriosita questo libro:) non sono una lettrice accanita ma se trovo dei libri che mi piacciono li leggo volentieri. PS: nuova follower se ti va potremmo seguirci a vicenda un bacione
    http://denimakeup95.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!! Sono passata e mi sono iscritta!

      Elimina
    2. Eccomi di ritorno:) Non so per quale motivo non mi aveva confermato l iscrizione :) ho provveduto ora un bacione

      Elimina
    3. Nessun problema!! Benvenuta!

      Elimina
  5. Molto interessante questo romanzo Ile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti ispiri, è davvero carino!

      Elimina
  6. sembra un buon libro, lo metterò nella mia lista dei libri da leggere...mi iscrivo volentieri al tuo blog

    RispondiElimina
  7. Mi ispira davvero parecchio e sembra promettente :) me lo segno!
    E ha una copertina davvero molto carina :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me la copertina piace, mi sembra tanto tenera!!

      Elimina

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)