Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

martedì 19 luglio 2016

Recensione: 'La bambola di porcellana' di Maxence Fermine

Buongiorno lettori! Oggi vi parlo di un libro che mi ha lasciato con un senso di nervosismo perché, prima di iniziare la serie, avevo girato mille librerie per trovarlo dato che mi mancava questo volume ed avevo il primo e il terzo. Alla fine mia mamma è riuscito ad ordinarlo ed averlo l'anno scorso per Natale! Sono davvero arrabbiata all'idea di aver fatto tutte queste corse ed essere rimasta delusa. Ora vi spiego perché.

Titolo: La bambola di porcellana
Serie: Il Regno delle Ombre #2
Autore: Maxence Fermine
Pagine: 207
Prezzo: € 12,00
Editore: Bompiani

TramaÈ ormai trascorso un anno da quando Malo è tornato dal Regno delle Ombre. Da allora Lili, la piccola mercante di sogni dagli occhi dorati, occupa tutti i suoi pensieri. Quando, in un luna park di Edimburgo, il ragazzo rivede due abitanti del paese immaginario, decide di seguirli, determinato a reincontrare la sua amica. Sfortunatamente, il Regno delle Ombre si è trasformato più in un incubo che in un sogno a occhi aperti. Trovato rifugio dal sinistro Sir Luke, Malo non si sente per nulla rassicurato dall'interesse del suo ospite verso una meravigliosa bambola di porcellana. Quali oscuri disegni nasconde il misterioso fabbricante di giocattoli? Malo farebbe qualsiasi cosa pur di non restare al suo servizio, ma l'amicizia merita di affrontare qualunque rischio...

Recensione:

Avevo grandi aspettative per quanto riguarda questa serie ma, dopo la delusione del primo, anche questo secondo volume si è rivelato poco soddisfacente ai miei occhi. 
La storia realizzata da Fermine continua a sembrarmi particolarmente strana e, sopra a tutto, non sopporto l'idiolotto, ovvero la lingua parlata da alcuni personaggi nel Regno delle Ombre. Questo linguaggio mi innervosisce tantissimo perché è particolarmente ingarbugliato e, a parere mio, rallenta moltissimo la lettura. Ci sono delle frasi che ho dovuto rileggere più volte per riuscire a capirne il senso e mi sembra piuttosto poco pratico dover ricorrere al dizionario che si trova in fondo al volume. Per fortuna, quando non viene usato questo idioma, l'autore rivela la sua narrazione molto leggera e spedita che permette di leggere il libro in modo molto veloce e finirlo in pochissimo tempo.
La trama in sé non mi è dispiaciuta più di tanto, ma all'inizio mi ha ricordato troppo 'Alice nel paese delle meraviglie' per alcuni aspetti come la caduta di Malo e il duo Sordone e Durorecchio, che mi ha ricordato tantissimo Pinco e Panco.
Per il resto, ci sono molte altre cose che non mi hanno convinta: in cosa consisteva la difficoltà della fuga, se i due personaggi non hanno avuto nessun intralcio? E, sopratutto, se la Bambola è 'grande come un soldo di cacio', perché ci sono dei momenti in cui se ne parla come se fosse delle stesse dimensioni di Malo? E come è possibile spiegare la comparsa di Lili (perché non è che mi abbia convinta molto la storia che ha raccontato)?
Purtroppo questo libro non mi ha proprio convinta. Possiedo già il terzo volume, quindi spero di essere più fortunata con quello!

10 commenti:

  1. Oddio Ile davvero? quanto mi dispiace leggere che ti abbia tanto delusa! Adoro Maxence perchè ho amato neve, il violino nero, opium, billiarblues, amazone... tutti davvero tutti i suoi libri, questa trilogia di cui parli ce l'ho in libreria ma non l'ho ancora letta (si lo so, vammi a capire!) e mi dispiace che ti abbia delusa, prima o poi ne affronterò la lettura comunque e ti dirò ovviamente! un abbraccione ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non riesco a capire perché io sia così tanto restia nei confronti di questa serie, ma mi sta sempre più deludendo :(

      Elimina
  2. Ciao Ilenia :)
    Ero molto curiosa di leggere la recensione di un libro di questo autore ed eccomi qua! Mi dispiace tanto che non ti sia piaciuto, io mi sono innamorata delle copertine - a volte sono un po' superficiale, ma che posso farci, per me sono bellissime! - e vorrei tanto leggerne alcuni.
    Forse inizierò con qualcosa d'altro, perché da quanto ho letto dalla tua recensione ci sono punti che mi farebbero molto innervosire/perdere la voglia di leggerlo, come per esempio l'idioma particolare che rallenta la lettura e poca coerenza con le scelte riguardanti i personaggi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le copertine sono molto belle ed in realtà ho sentito parlare sempre e solo bene di questa serie, però bho... a me non riesce proprio a prendere!

      Elimina
  3. che tristezza essere delusi così da una lettura nella quale si credeva.
    capisco benissimo il tuo stato d'animo però sei una persona positiva visto che vuoi leggere anche il terzo. io avrei abbandonato seduta stante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono una che ama continuare serie se non le piacciono, però possiedo già il terzo libro e sarebbe uno spreco averlo preso e lasciarlo ad impolverarsi!

      Elimina
  4. Mi spiace che questo libro non si sia rivelato all'altezza (soprattutto dopo tutta la fatica che hai fatto!!! ) :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa che più mi da fastidio è, appunto, che per trovarlo ho fatto impazzire mia mamma ahahahah

      Elimina
  5. Mi dispiace che tu ne sia rimasta delusa! Io l'ho trovato molto più avventuroso e divertente del primo. Anche a me ha ricordato molto Alice nel paese delle meraviglie all'inizio. Mi manca di leggere il terzo, ma l'ho messo da parte, per ora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo ho già sullo scaffale, ma penso che lo leggerò anche io più avanti. Per ora sono apposto!

      Elimina

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)