Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

lunedì 15 aprile 2019

Recensione: 'E buonanotte. Storia del ragazzo senza sonno' di Daniele Doesen't Matter

Buongiorno lettori e buon inizio settimana! Anche oggi torno da voi con una nuova recensione. Ultimamente sto andando davvero bene con il ritmo delle letture e ne sono molto felice!
Il libro di cui vi parlo oggi è stato scritto da uno youtuber che seguo da tantissimo tempo e lo so cosa state per dire: "i libri scritti dagli youtuber non possono essere considerati libri e blabla". Bhe, devo dire che per quanto riguarda alcune tipologie di volumi mi trovo d'accordo al 100%, ma in questo caso 'E buonanotte' è un romanzo ben riuscito, che merita di essere letto.

Titolo: E buonanotte. Storia del ragazzo senza sonno
Autore: Daniele Doesen't Matter
Pagine: 178
Prezzo: € 17,00
Editore: Mondadori

TramaQuesta è la storia di un ragazzo che non voleva dormire. Perché certo il sonno è il periodo di riposo che sospende la coscienza ed è indispensabile per il ripristino dell'efficienza fisica e psichica. Ma nell'arco di una vita, viviamo una media di 29.200 giorni. Se da questo numero sottraiamo le ore passate a dormire, in una vita media di 80 anni, ne viviamo appena 53! Capite quanto tempo perdiamo? È questo il pensiero che tormenta Luca Ramelli, un'ossessione che lo conduce a realizzare il suo più grande desiderio: smettere di dormire. Per vivere pienamente quei 27 anni in più. Per avere tempo da dedicare all'amore, al sesso, agli amici, alla famiglia, alla sete di libertà, alla voglia di sapere e a quella di divertirsi. Parte così un romanzo allegro, che alla consueta vena comica di Daniele Doesn't Matter aggiunge dosi di fantastico e di avventuroso. Con l'aiuto di Gorislav, un amico russo, Luca riesce a trovare il modo di vincere la stanchezza e di cancellare definitivamente il bisogno di dormire. La sua perenne veglia ha un effetto collaterale inaspettato. Luca diventa dipendente dalla sete di sapere. Con una capacità di concentrazione ai confini della realtà, comincia a vivere in un mondo fatto di lettura, film, serie tv e saccenza. Un libro non gli basta. Divora intere biblioteche. Anche quella del Politecnico di Milano. Ne deve leggere almeno cinque contemporaneamente guardando tutte le serie in tv e sul suo smartphone. Diventa un Supereroe della lettura e della visione delle serie tv, un Supereroe del multitasking. Nessuno è in grado di rimanere al suo passo. La sua intelligenza cresce parallelamente alla sua emarginazione. Emarginazione che arriverà a un punto di rottura in cui lo stesso Luca si ritroverà ad avere il bisogno inverso a quello iniziale: tornare a dormire per recuperare amore, amicizia e famiglia.


Recensione:

Quando ho iniziato a leggere E buonanotte, ammetto che le mie aspettative non puntavano al massimo. Forse è stato anche questo presupposto a farmi apprezzare così tanto la lettura: il fatto di essere rimasta estremamente sorpresa dalla sua consistenza.
Questo libro è molto particolare e la sua trama ruota attorno ad un soggetto che non avevo mai visto prima d'ora. Il protagonista, infatti, non vuole più dormire e questo suo desiderio lo porterà a mesi di veglia in cui non solo non chiuderà più occhio, ma diventerà anche in grado di fare mille cose contemporaneamente e di memorizzare le informazioni di qualsiasi libro e film. Insomma, una di quelle cose che fa pensare: 'magari succedesse anche a me!'. 
La cosa paradossale è che l'autore di questo volume soffre di insonnia (come me) ed il fatto che Daniele abbia voluto creare un personaggio che non dormisse per sua volontà mi ha incuriosita molto e mi ha fatta sorridere. Lo ho trovato un modo simpatico di ironizzare una situazione reale.
Il libro, però, non si ferma a questo e quasi subito il lettore cambia rotta e prende le parti di Roberta, che desidera soltanto che Luca torni a dormire. Questo perché E buonanotte non si limita a mostrarci un personaggio ricco di ironia come la sua vita. In realtà, scavando in profondità, la trama ci mostra una storia di crescita e di presa di coscienza da parte del protagonista che passa dall'essere un egocentrico ed ironico ragazzetto, al diventare consapevole di quali siano le cose importanti della vita.
Accanto al protagonista troviamo diversi personaggi che costellano tutta la trama e si rendono più o meno importanti a seconda delle loro funzioni. Tra i miei preferiti ci sono sicuramente Gorislav, Roberta e la madre di Luca con il suo nuovo compagno.
Mi pento un po', forse, del sentimento di ribrezzo provato costantemente verso il padre. La sua immagine, però, non permette al lettore di provare per lui una grande simpatia, se non sul finale.
La narrazione scorrevole del racconto nel racconto, anche se esposta con un eccesso di virgole, trasporta il lettore attraverso una trama che scivola veloce e provoca nel lettore molteplici sentimenti. Leggendo, infatti, ci si trova a sorridere e ridere alle battute di Luca ed al suo linguaggio bonariamente scurrile, ma anche a riflettere. Quali sono le cose più importanti nella nostra vita? Cosa ci ruba del tempo senza che noi ce ne rendiamo conto? Cosa possiamo fare per ottimizzare il tempo che abbiamo a disposizione? Tutte queste domande ci accompagnano fino al finale, che sorprende piacevolmente il lettore.
Consiglio questo libro a chi ha voglia di una lettura diversa, leggera e simpatica, ma allo stesso tempo ricca di spunti su cui riflettere. Io lo ho cominciato e finito nell'arco della stesa serata, cosa che non mi accadeva da tantissimo tempo e che gli ha fatto guadagnare tantissimi punti in più.

2 commenti:

  1. Oh, sembra davvero molto interessante e particolare. Anche a me ogni tanto piacerebbe non dormire per...leggere..ma dicono che sia impossibile e ci credo perché a me una volta è capitato di dormire poco, affrontare poi una giornata stressantissima e arrivare a sera che stavo mentalmente male, soffocata da una stanchezza che non era fisica ma mi annebbiava la testa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho problemi con il sonno e spesso dormo davvero pochissimo. Il mio fidanzato continua a chiedermi come faccio a reggermi in piedi e a volte me lo chiedo pure io xD

      Elimina

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)