Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

martedì 2 settembre 2014

Recensione: 'Ruzzle a 4 zampe' di Gaia Ugliano

Buongiorno lettori, oggi voglio lasciarvi la recensione di un breve libro - potremmo dire racconto - che è stato scritto da una quattordicenne. Incredibile, non trovate? Eppure, di infantile non c'è proprio nulla. Vorrei inoltre complimentarmi con la casa editrice che, fino ad ora, mi ha donato tante perle letterarie che probabilmente non avrei mai conosciuto prima.

Titolo: Ruzzle a 4 zampe
Autore: Gaia Ugliano
Pagine: 45
Prezzo: € 10,00
Editore: GrausEditore

Trama: Un cane alla moda, questa è la caratteristica principale di Ruzzle, chihuahua bianco, nato in un allevamento, ma ben presto adottato. La sua non sarà la tipica 'vita da cane': conoscerà la strada, la polizia, la fame, la brutalità e la superficialità di altri animali, la gioia dei suoi cuccioli. E, nonostante la solitudine, un paio d'ali gli renderanno quella libertà e quella gioia che la sua piccola vita gli aveva negato.


Recensione: 

Ruzzle è un piccolo cagnolino giunto al momento della sua fine. Nei suoi ultimi istanti, decide di rendere felice il vecchio compagno di canile, raccontandogli la sua storia.
Il racconto è narrato dal punto di vista del chihuahua stesso che parla di tutto ciò che la vita gli ha riservato, a partire dalla nascita in un allevamento, per poi continuare raccontando di tutti i padroni avuti e di quando è stato abbandonato alla sua vita, fino al momento in cui, ormai vecchio e stanco - contando ben undici anni sulla sua pelle - viene trovato da un accalappiacani e portato in canile dove rimane perché nessuno desidera più adottarlo.
La giovane autrice vuole sottolineare col suo libro la cattiveria e l'indifferenza che molti uomini dimostrano nei confronti degli animali, come se questi ultimi fossero pupazzi e non esseri viventi capaci di soffrire e provare emozioni.
Gaia Ugliano approfondisce così, in modo profondo anche se semplice, un tema che a molti sta a cuore: l'amore per i cani e per tutti gli animali che ci circondano.
Credo che questa lettura debba far parte di ognuno di noi, perché è breve, veloce e molto importante.


4 commenti:

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)