Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

giovedì 18 dicembre 2014

Recensione: 'Under' di Giulia Gubellini

Buongiorno lettori! Con parecchio sforzo devo dire che finalmente sono riuscita a finire questo libro. Come ultima lettura dell'anno, direi di non aver chiuso per niente in bellezza. Una bella delusione. Preparatevi a una recensione un pò... Particolare! Oltretutto, credo sia il commento più lungo che io abbia scritto su un libro.

Titolo: Under
Autore: Giulia Gubellini
Pagine: 307 
Prezzo: € 14,90
Editore: Rizzoli

TramaItalia, 2025. Quando Alice si risveglia in una cella dal soffitto basso e le pareti strette, in sottofondo l'urlo di una sirena, salta in piedi sulla branda, con il cuore che le martella nel petto. Quando poi la voce metallica di un altoparlante le ordina di dirigersi verso la Sala Comune, si accorge di non essere sola: insieme a lei ci sono altri dodici ragazzi, i detenuti dei Centri Rieducativi più pericolosi del Paese. L'ultima cosa che ricorda, Alice, è la protesta a Città 051 contro l'Autorità Provvisoria, che controlla la politica, e il blindato nero in cui è stata trascinata insieme ad Andrea, il ragazzo che le piace. Non avrebbe mai immaginato di risvegliarsi in un bunker tra le Alpi, è certa di essere stata rinchiusa lì per errore. Divise grigie e cibo in scatola, un orologio arancione al polso, il tempo nel bunker sembra non passare mai in attesa delle 17, ora in cui ogni giorno due Sfidanti sono chiamati a lottare all'ultimo sangue nella Gabbia. Per Alice è subito chiaro che là sotto, anche se hai sedici anni, non hai diritto di avere paura e nemmeno di innamorarti. Perché dentro Under, il reality show della morte di cui è cavia insieme ai compagni, si sopravvive solo uccidendo. Ma anche nella prigione più terribile puoi scoprire chi sei e cambiare le regole. Insieme, ribellarsi è possibile, e il gioco al massacro può trasformarsi in rivoluzione...

Recensione:

Di solito non affibbio aggettivi particolari ai libri che commento negativamente, ma stavolta non posso resistere. Questo libro è davvero ridicolo. Leggerlo mi ha davvero innervosita. Ho continuato la lettura solo perché alcuni punti erano così assurdi da farmi ridere.
Ci sono delle immagini inverosimili e controsensi, il libro ne è praticamente pieno. Un esempio? Questa frase: 'Lei si strappava le pellicine delle mani coi denti e un rigolo di sangue le scendeva sul polso'. Cioè, ma si stava staccando le pellicine o si è azzannata una mano? Poi, all'inizio della storia l'autrice dice che le celle sono minuscole al punto che la protagonista batte la testa per alzarsi.. E a un certo punto, tutti iniziano a dormire in coppie; addirittura due fanno sesso in una cella. Cioè, come fanno ad entrarci?
La storia è un mix tra un Hunger Games al chiuso (copiato male, tra l'altro) e l'immagine di un'Italia tornata sotto la dittatura nazista, con ghetti, discriminazioni e cose varie.
Il tutto ruota attorno ad Alice, questa ragazzina piuttosto inutile che, tadàn!, ha dei super poteri usciti dal nulla. Dico io, in un libro ambientato in un'epoca futura, ma comunque in assenza di accenni a cose fantasy, come si può dare un super potere alla protagonista? Secondo me è solo una questione di noia. Senza quella particolarità, Alice sarebbe risultata solo un personaggio messo là alla bella e meglio. E, indovinate un pò chi altri ha un super potere? Ma colui che appare dal nulla per combinare solo casini, ovvio!
La crudezza con cui l'autrice racconta nelle sue pagine mi ha sconvolta: parolacce ogni due per tre, immagini cruente e fredde, insulti. Insomma, il tutto mi è sembrato un pò esagerato.
Oltre tutto questo, ci si è messo anche un finale aperto che non fa capire se è stato fatto apposta o se ci sarà un seguito. Bhe, in quest'ultimo caso, non credo che sarò un'acquirente.


24 commenti:

  1. Come ti dicevo, non sono riuscita a terminare nemmeno l'anteprima che avevo scaricato da Google Play! Già nelle prime pagine c'erano un sacco di controsensi: lei che continuava a ripetere che erano poveri, che non hanno niente, che hanno fame; però mentre pensa alla sua situazione di povertà sta davanti allo specchio a TRUCCARSI (cioè, muori di fame e ti compri i trucchi?!), poi si ricorda che deve terminare una ricerca per la scuola e prende il PORTATILE (muori di fame e hai pure il portatile?!) dopodiché prendi il tablet per andare a scuole (perché nei paesi poveri tutti vanno a scuola col tablet, no?) e così via... non ce l'ho fatta -_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Ma no ahahha
      Comunque sì, anche quello. Hai ragione!!

      Elimina
  2. Questo libro me lo continuo a vedere spuntare ovunque, ma non mi ha mai ispirato davvero. Vedo che il mio istinto era giusto :/

    RispondiElimina
  3. D: dopo la tua recensione vorrei dar via subito il libro, senza leggerlo. Oddio, cosa mi aspetta o.o ansia da lettura! ahahahah

    RispondiElimina
  4. Nooo ahahaha ma poverino! xD io comunque lo leggerò prima o poi perché sono curiosa ^^

    RispondiElimina
  5. Quasi quasi lo voglio leggere XD sembra uno dei miei guilty pleasure...

    RispondiElimina
  6. Wow.... mi ispirava un pochino, ma adesso lo tolgo dalla lista.
    Ne ho letti fin troppi di libri brutti|

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io personalmente non te lo consiglio, ma se ti ispirava leggilo comunque.. Potrebbe piacerti!

      Elimina
  7. A me già convinceva pochissimo, perchè appunto mi sembrava un minestrone delle ultime uscite di genere distopico...se poi è scritto proprio male... no, grazie, non lo leggerò. Però so che c'era la web serie ispirata a questo romanzo, solo che ancora non sono riuscita a darci una occhiata, chissà com'e u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me spaventa l'idea di andare a vedere la web serie ò.o

      Elimina
  8. Wow ahaahahah,ho deciso di leggere lo stesso il libro,nel caso non mi convincesse proprio per ciò che hai scritto be... mi farò quattro risate xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma si. Ricordate che il mio non è un consiglio assoluto. Magari a te piacerà di più!

      Elimina
  9. Ammappa! Un disastro in piena regola :P non conoscevo questo libro, ma diciamo che ne ho talmente tanti in lista di attesa che per sta volta passo!!! Che peccato però...la trama sembrava intrigante! Uffi, ma quando la smetteranno di creare quarte di copertina ingannevoli??!! grazie dell'avvertimento! Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me il problema non sta nel tipo di storia, ma in come la storia è posta!

      Elimina
  10. Aspettavo la tua recensione perché ero curiosa, ma ora che la mia curiosità è stata soddisfatta credo proprio che passerò oltre! :)

    RispondiElimina
  11. Togliersi le pelliccine alla maniera cannibale... XD Non credo lo leggerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Seriamente, l'ho dovuta rileggere più volte quella frase. Ci sono rimasta troppo male ahahahahahah

      Elimina
  12. Uhm... Mi incuriosiva, devo ammetterlo. Ora mi trovo piuttosto indecisa e con molto poco interesse per il momento. Lo accantonerò e poi si vedrà...

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)