Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna (sì, è la mia gatta, una dei diecimila animali che possiedo) e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

lunedì 10 ottobre 2016

Recensione: 'Fotografie' di Diego Popoli

Buongiorno lettori e buon inizio settimana! Per oggi ho preparato una nuovissima recensione in cui vi parlo di una raccolta di racconti. Ultimamente sto scoprendo delle raccolte in grado di sorprendermi e sono contenta perché, come sapete, non li prendo spesso in considerazione (anche se so di sbagliare, gnè)!

Titolo: Fotografie
Autore: Diego Popoli
Pagine: 95
Prezzo: € 11,90
Editore: Edizioni Leucotea

Trama: Il primo batticuore per la compagna di banco e le fughe da scuola sulle bici da cross. Le partite al campetto e la prima uscita in motorino tutti insieme. La prima vera delusione d'amore e la sigaretta delle tre del mattino, fumata in compagnia, alla luce del lampione di fronte al bar. Il primo addio ad un amico e l'ultimo sguardo lanciato alla vita, di quando pensavamo che sarebbe stata più facile. Nella provincia emiliana di metà anni ottanta, il percorso di crescita e l'educazione sentimentale di un ragazzo, attraverso ventuno racconti brevi. Ventun scatti fotografici, per scoprire quanto l'inquietudine, la spensieratezza e l'ansia del futuro, prima di Facebook e Twitter, ancora ci appartengano e siano vicini a noi.

Recensione:

La prima cosa che salta all'occhio leggendo questa raccolta è che il titolo è perfettamente adatto al contenuto. I ventuno racconti, infatti, sembrano proprio delle piccole fotografie in movimento che permettono al lettore di vivere l'istante di un ricordo. Ogni racconto è un pezzo di vita che costruisce la storia di un bambino, poi ragazzo, infine uomo, che subisce la vita, ma allo stesso tempo la sottomette, rendendosi padrone della sua esistenza. Per ogni 'scatto' si ha prima la fotografia dal punto di vista di chi l'ha sta vivendo, poi si ha una brevissima riflessione su quanto accaduto in passato; e sono proprio queste parti che provano come si possa crescere internamente nel corso degli anni.
I racconti sono scritti in un modo molto particolare. E' un po' come se l'autore avesse trasposto sulla carta esattamente quello che stava pensando, senza rielaborare troppo il tutto. Da un lato mi ha ricordato un po' un moderno flusso di coscienza, dall'altro mi ha fatto strano leggere frasi connesse in modo diverso dal solito, o semplicemente con delle ripetizioni. La cosa che mi ha fatto sorridere è stato il fatto che si sentiva, in questo stile, la voglia dell'autore di far immedesimare il lettore nella sua persona.
Alcuni racconti mi sono piaciuti tanto, primi tra tutti 'Ernesto in paradiso' e 'La medaglia d'oro', che mi hanno particolarmente emozionata. 
Trovo che 'Fotografie' sia una raccolta interessante ed inusuale, con componimenti diversi dai soliti, quindi la consiglio sia per questo motivo che per il fatto che è possibile leggerla in pochissimo tempo ed ha molto da insegnare.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)