Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

lunedì 3 ottobre 2016

Recensione: 'Lie4me. Professione bugiarda' di Mariachiara Cabrini

Buongiorno lettori! Oggi ho pronta per voi la recensione di un libro che è stato un po' l'esperimento del mese perché, come sicuramente molti di voi sapranno, esiste solo in versione digitale. Purtroppo l'esperimento è fallito e, anche se ho ovviamente concluso il libro, non penso che toccherò più un ebook per molto tempo. Insomma, ho rafforzato già la mia idea precedente. Al momento preferisco dedicarmi ai miei cartacei (che sono oltre 200).

Titolo: Lie4me - Professione bugiarda
Autore: Mariachiara Cabrini
Pagine: 143
Prezzo: € 3,49
Editore: Harlequin Mondadori

Trama: Proprio come l'Alice del Paese delle Meraviglie, anche Alice Schiano ha un'irrefrenabile fantasia e decide di sfruttarla per inventarsi un lavoro alternativo. La sua missione è migliorare le vite altrui... una bugia alla volta. Vuoi mollare il tuo fidanzato ma non vuoi farlo di persona per non vivere un'esperienza spiacevole? Vuoi fare bella figura con il capo, sbarazzarti di una rivale, conquistare un collega? Alice è la donna che fa per te! Non c'è nulla che non possa risolvere grazie alla sua parlantina, e non prova mai rimorsi per ciò che fa, perché mentire paga, e bene! I servizi della sua agenzia sono richiestissimi, gli affari vanno alla grande e anche la vita sentimentale scorre liscia come l'olio, forse proprio perché racconta un bel po' di bugie anche al fidanzato. Finché qualcuno non fa saltare in aria la sua auto. Chi è stato? Alice non intende restare con le mani in mano ad aspettare che la polizia scopra il colpevole. Tanto più che collaborare con l'ispettore Donati, uomo affascinante quanto irritante, potrebbe portare a risvolti inaspettati. In tutti i sensi.


Recensione:

Della trama mi aveva subito attratta l'idea innovativa di questa donna in grado di risolvere i problemi delle altre persone, mentendo per loro. L'agenzia è stata un'idea molto simpatica e devo dire che l'autrice ha avuto una buona inventiva, sopratutto per quanto riguarda i casi di cui va a parlare. Anche il mix di generi tra chick lit e investigazione mi è piaciuto, nonostante avessi capito chi fosse il colpevole degli attentati già dopo pochi capitoli. E' stato divertente vedere in che modo qualcuno può addirittura arrivare ad assumere altri per mentire al posto loro e mi è sembrato carino che nella seconda metà del libro l'autrice abbia deciso di mostrare come mentire non sia sempre la cosa migliore da fare.
La scrittura è semplice, senza troppe pretese e piuttosto scorrevole per essere quella di un'autrice alle prime armi. Unico appunto è che, secondo me, alcune parti della storia sarebbero risultate più convincenti se il romanzo fosse stato più lungo. Ci sono molte cose che scorrono troppo velocemente ed altre che non si capiscono del tutto. Ad esempio, mi aspettavo una maggiore elaborazione del personaggio dell'attentatore. Capisco il voler creare un colpo di scena, ma secondo me sarebbe stato opportuno creare un ala di mistero verso il personaggio in questione. Altra cosa che ho notato è che è quasi impossibile capire qual é il momento in cui si accende la scintilla tra Alice e l'ispettore Donati, cosa che dovrebbe essere fondamentale per il susseguirsi della storia.
La protagonista è un po' la classica ragazza che, per paura del proprio passato, preferisce mostrarsi ciò che in realtà non sente di essere. Devo dire che mi ha ricordato un po' Becky Bloomwood nei suoi modi di fare e nel suo voler fare tutto da sola, infilandosi sempre nei guai.
Insomma, in generale, è un libro simpatico e leggero, ideale da leggere se si ha bisogno di qualcosa per staccare la spina, però avrei preferito più cura per quanto riguarda la parte sentimentale dei personaggi e il passato di Alice, che sembrano argomenti indifferenti fino alla parte finale del libro, dove si viene travolti da un circolo di passione, sentimenti e verità.

14 commenti:

  1. ciao Ile, una storia che potrebbe fare al caso mio visto che tra gli impegni di lavoro e casa sono sempre di corsa e mi servirebbe una lettura leggera, grazie del consiglio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai bisogno di svagare un po' la mente è di sicuro la storia giusta!

      Elimina
  2. Mi dispiace leggere del tuo fallito esperimento con i libri ebook. Sicuramente il cartaceo non ha eguali ma l'ebook è una valida alternativa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per ora mi sento di 'dovermi' occupare dei cartacei che ho, magari in futuro ritroverò la voglia di provare il digitale!

      Elimina
    2. anche io faccio tanta fatica con gli ebook ma lo tollero perché è molto comodo da tenere in borsa quando sono in giro in metro ... anche se alla fine vado sempre in giro anche con uno zaino strapieno XD

      Elimina
    3. Ahahahahahahahah posso immaginare, però per ora non ci riesco. Ho letto ebook per un'annata, ma non mi trovavo molto bene, sopratutto perché mi dispiace per tutti i cartacei che ho accumulato nel corso degli anni e che stavano lì a prendere polvere. Non riesco a 'calibrarmi' molto, quindi preferisco occuparmi dei cartacei al momento xD

      Elimina
  3. Anche io l'avevo trovato carino, mi aveva fatta ridere in parecchie occasioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo ammettere che in alcuni punti mi ha fatta ridacchiare :P

      Elimina
  4. Ricordo di aver trovato i tuoi stessi difetti però tutto sommato mi era piaciuto molto, probabilmente perché era capitato nel momento giusto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stata una lettura carina, però tutto sommato io mi aspettavo qualcosina di più!

      Elimina
  5. Ile mi spiace non ti abbia conquistata come a me ma comunque sono felice che tutto sommato ti sia piaciuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì, non è stata una pessima lettura!

      Elimina
  6. Mi dispiace per la tua sfiducia verso gli ebook, spero che in futuro cambierai idea infondo mai dire mai.
    Comunque da quello che dici sembra proprio l'idea per una storia leggera adatta per i momenti bui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è che sia sfiducia. Non ho niente contro gli ebook xD però li ho letti per un periodo di tempo e non riuscivo a trovarmi molto bene. Ho intenzione di riprenderli in futuro, ma ho voluto provare ed evidentemente non è questo il momento adatto. Sicuramente tornerà :)

      Elimina

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)