Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

venerdì 16 agosto 2013

La mania TITANIC

Rieccomi qui, attendendo i primi partecipanti!
Oggi voglio parlarvi (o meglio farvi notare) della mania che dilaga tra i libri: il TITANIC.

Non avete notato la quantità di libri che viene pubblicata trattante storie di questa famosa nave?
Se non ci avevate fatto caso, adesso ve lo faccio notare io!

anche perché ridendo e scherzando a casa ne ho più di uno di questi libri



Titolo: Titanic. La vera storia
Autore: Walter Lord
Pagine: 187
Prezzo€ 11,00

TramaQuello di Walter Lord è il resoconto più fedele e toccante del disastro del secolo. A "Titanic. La vera storia" fanno infatti riferimento tutti i film e gli spettacoli che rievocano la notte del 14 aprile 1912, e le nove interminabili ore trascorse tra l'urto contro l'iceberg, alle 23,40, e le 8,50 della mattina, quando il transatlantico si inabissò per sempre. Quella tragedia continua a commuovere il mondo intero: delle 2207 persone a bordo di quella nave "inaffondabile", se ne salvarono solo 705. Intervistando i superstiti con la spregiudicatezza e lo scrupolo del grande giornalista, ricostruendo i fatti con la precisione dello storico, Lord racconta in presa diretta l'affondamento del "Titanic". Illustra i risvolti tecnici, chiarisce dubbi e misteri; e soprattutto dà la parola a chi ha vissuto quell'evento in prima persona.



Titolo: La strada in fondo al mare
Autore: Leah Fleming
Pagine: 541
Prezzo€ 9,90

TramaÈ il 10 aprile 1912 quando May Smith si imbarca in terza classe sul Titanic, insieme con il marito Joe e la figlia Ellen, decisa a inseguire il sogno americano. In prima classe viaggia Celeste Parkes, che sta tornando negli Stati Uniti dopo una visita alla sua famiglia. Ma la notte del 15 aprile il transatlantico entra in collisione con un iceberg e il destino di tutti i viaggiatori si infrange contro una montagna di ghiaccio. In un attimo si diffonde il panico: i passeggeri della prima classe vengono tratti in salvo sulle poche scialuppe, quelli della terza non possono far altro che tuffarsi nelle gelide acque dell'Atlantico e sperare in un miracolo. May, ormai allo stremo delle forze, viene accolta a bordo di una delle imbarcazioni. La donna è disperata: crede di aver perso la figlia e il marito. Ma proprio in quei concitati minuti il capitano del Titanic, Edward Smith, le affida una neonata avvolta in una coperta. Alle prime luci dell'alba, però, May fa una terribile scoperta...



Titolo: Il musicista del Titanic
Autore: Sebastiano R. Mignone
Pagine: 29
Prezzo€ 8,00

Trama"Suono il contrabbasso. Non sono mai stato molto bravo. Ma me la cavo". La storia di un musicista e del suo amore per la musica che lo porterà, con altri componenti dell'orchestrina del Titanic, alla scelta di non abbandonare la nave e suonare insieme fino alla fine.



Titolo: Titanic, l'altra storia
Autore: Donatello Bellomo
Pagine: 304
Prezzo: € 16,00

Trama:  La notte tra il 14 e il 15 aprile 1912, durante il quinto giorno del viaggio inaugurale, il Titanic strisciava contro un iceberg con la fiancata destra. Meno di duecento minuti dopo si spezzava e scompariva nell'oceano immobile. In quel momento iniziava il mito del Titanic, "La Nave" che ha sfondato i confini dell'immaginario, simbolo perpetuo della fallibilità della tecnica sostenuta dal delirio di onnipotenza degli uomini. Il gioiello della White Star Line si è inabissato portando con sé circa millecinquecento persone e le loro storie. Una tragedia mondiale, quasi un prologo delle catastrofi che di lì a poco avrebbero travolto il mondo. Una matassa di reticenze e menzogne ha coperto i responsabili della catena implacabile: errori, omissioni, incuria e negligenze che hanno provocato il disastro destinato a essere il manifesto e il simbolo del Novecento. Ogni frammento della vicenda viene ricostruito con un rigore storico inappuntabile e con uno stile incalzante come un romanzo. Del Titanic si sa "quasi" tutto, ma quella che riemerge da queste pagine è "un'altra storia" dove il dio denaro e il potere commerciale sui mari si intrecciano con la miseria e la frenesia dei mass media. E il dolore con l'amore, l'indifferenza, l'eroismo, la viltà. Sulla "Nave" c'erano il passato e il futuro del secolo breve. Una metafora eterna del nostro tempo.

Questi sono solo alcuni esempi. 
Perché, secondo voi, si ha questa mania di riciclare una storia più e più volte?

4 commenti:

  1. Mania no. Ho portato una tesi sul titanic l'anno scorso, un argomento veramente bello ed interessante. E' un fatto che merita tutte queste attenzioni, merita tutti questi libri. Io stessa ho da poco acquistato Titanic di Polidoro, dicono che sia meraviglioso. L'affondamento del Titanic è stato un evento catastrofico che spesso, giustamente, viene ricordato. Mi piace il fatto di avere la scelta di molti libri sul Titanic, appassionata come sono :) sono molto informata sull'argomento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tesi per cosa era?
      Mi hai incuriosita, lo ammetto.

      Elimina
  2. Io ho letto solo un libro sul Titanic, ovvero La ricamatrice di segreti, che mi è piaciuto davvero tantissimo! Comunque dopo aver letto quel libro mi sono interessata molto al Titanic, anche perché mi piacciono i libri che raccontano storie vere come se fossero dei documentari. Quindi penso di leggere qualche altro libro a riguardo prima o poi, di questi che hai elencato mi ispira "Titanic. La vera storia" :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se avrai occasione di leggerlo, fammi sapere cosa ne pensi!

      Elimina

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)