Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna (sì, è la mia gatta, una dei diecimila animali che possiedo) e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

venerdì 20 novembre 2015

Recensione: 'Zombie History' di Scott Kenemore e Livio Gambarini

Buongiorno lettori! Oggi vi parlo di una lettura che in realtà era fuori programma, ma che è così breve che ho deciso di dedicarmi ad essa prima di iniziare il libro attualmente in lettura.
Non avete visto apparire questo titolo nella puntata del www che ho pubblicato l'altro giorno, perché purtroppo non ho avuto il tempo di inserirlo, però lo ritroverete in quella della prossima settimana!
Prima di passare al mio breve commento, vorrei dirvi che questo libricino ha qualcosa di davvero carinissimo (si può dire, trattandosi di un horror?): è piccolissimo! Contate che è poco più grande della mia mano ed io sono proprio piccina!
Vabbè dai, Ilenia, ora basta. Sii seria. 

Titolo: Zombie History
Autore: Scott Kenemore e Livio Gambarini
Pagine: 60
Prezzo: € 8,00
Editore: Nero Press Edizioni

TramaKenemore e Gambarini si cimentano nella difficile impresa di calare due personaggi storici di rilievo, come George Washington e Giovanni Boccaccio, in un contesto tipicamente horror come l’epidemia zombie. Due racconti, due modi diversi di interpretare un tema caro alla narrativa horror come quello dei morti viventi. Il confronto tra un autore di respiro internazionale come Scott Kenemore e Livio Gambarini, autore con all’attivo diverse pubblicazioni a sfondo storico. Un confronto che non è una gara ma un “incastro”, non solo nell’idea dell’accostamento ma anche nella forma del libro: un tascabile “reversibile”. Un libro che nasce e muore in un modo, per poi rinascere e morire in un altro, come un perfetto zombie. L’opera è arricchita dalle splendide ed evocative illustrazioni di Roberta Guardascione (del gruppo Electric Sheep Comics), anche autrice dell’immagine di copertina.


Recensione:

Il libro è di tipologia bi-fronte (ovvero possiede due copertine e due lati di lettura - uno partendo dall'inizio e uno partendo dalla fine) che contiene due racconti incentrati sul tema storico e su quello zombie: 'La Battaglia di Harlem Heights' e 'La Grande Moria'In entrambe le storie, si parla di morti-viventi e i protagonisti sono personaggi di grande rilievo, come Boccaccio e Washington. Questi si dividono nelle due storie, accompagnati da altri due uomini per ciascuna trama.
La cosa che è impossibile non fare è quella di creare un confronto implicito tra i diversi stili dei due autori e tra le loro idee narrative. Il libro, quindi, diventa una sorta di 'gara' tra un autore straniero e uno italiano.
Il primo, Scott Kenemore, ha uno stile pacato e poco arrogante. Leggere il suo racconto crea una sorta di aria mistica perché i fatti sono già accaduti e si tratta di riviverli a spezzoni attraverso gli occhi di due generali nemici. Ho trovato questa metà del libro scorrevole, ma fin troppo intuitiva. Il lettore non ha molte basi su cui appoggiarsi per ricreare la battaglia appena avvenuta, se non poche frasi dei due protagonisti che, dal canto loro, sono molto tirati e composti a causa dei loro ruoli.
Per quanto riguarda il secondo autore - Livio Gambarini, invece, ho trovato avesse uno stile molto più schietto e brutale, ma allo stesso tempo più coinvolgente. Nel suo racconto la storia si sviluppa mentre si legge e i due protagonisti sono meno accomodanti e più semplici.
I finali di entrambe le storie molto brevi (trenta mini pagine ciascuna) sono uno l'opposto dell'altro sia per i toni che per le prospettive. Ovviamente non sto a parlarvene troppo, altrimenti finirei col fare un grandissimo spoiler e non ne ho la minima intenzione!
Infine, ci tengo a dire che nel corso di tutto il libro sono presenti delle pagine interamente illustrate. Ogni disegno è davvero molto bello e la loro autrice ha saputo riportare molto bene le atmosfere dei due racconti.

20 commenti:

  1. Questo si che mi piace, mi piace già. Forse che sia tanto breve mi fa storcere un po' il naso. Ma hai speso delle belle parole che mi hanno convinto :)
    E la sua particolarità mi stuzzica ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti svelo che inizialmente anche io avevo dei dubbi per via della lunghezza dei racconti, però poi mi sono convinta e ne sono stata contenta!

      Elimina
  2. Questo mi incuriosisce davvero molto, sono un pò dubbiosa come Giuseppe sulla lunghezza delle storie ma solo perché io di mio non amo i racconti brevi! Però mi incuriosisce lo stesso! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, io solitamente sopporto poco i racconti, però questi mi sono piaciuti! Sarà per via della loro particolarità!

      Elimina
  3. Il Boccaccio in un contesto zombie? Ah sembra interessante! ^^ Me lo segno come lettura da intermezzo tra un libro e l'altro, dato che è breve! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava, è proprio quello che ho fatto anche io!!

      Elimina
  4. Ciao! Sappi che con la tua frase sul libro piccino piccino mi hai conquistata, ora lo voglio ahah
    Comunque mi sembra molto interessante ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando lo ho visto sono rimasta tipo: 'Ohhmmioddio ma quanto è carino, è tanto piccino, oddio *-*' ahahahahahah

      Elimina
  5. Questo libro non mi ha incuriosita.
    Ti ho nominata in questo link party:
    http://ilrifugiodeglielfi.blogspot.it/2015/10/link-party-degli-elfi-ii-edizione.html
    Ciao. :-)

    RispondiElimina
  6. socia, ti ho nominata qui: http://lovingbooks89.blogspot.it/2015/11/book-tag-book-blogger-shoutouts.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh, ho capito di che si tratta! Corro a curiosare!

      Elimina
  7. Sembra davvero interessante!!! *___*

    RispondiElimina
  8. Non amo molto i racconti brevi anche se ci stanno le apocalissi zombie, proprio perché non ho il tempo di ambientarmi che è già conclusa ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà, come sai, nemmeno io sono un'appassionata di storie cortissime.. però bho, queste mi hanno presa!

      Elimina
  9. Ciao, sembra interessante!! Non è il mio genere di libro ideale ma mi hai incuriosita molto, credo che gli darò una possibilità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah! Questa è una delle cose più belle che potrei sentirmi dire!

      Elimina

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)