Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

venerdì 26 ottobre 2018

Nuovi ingressi in libreria | Di viaggi, avventure deludenti e Portici di carta

Buongiorno lettori! Da oggi ho deciso di modificare il titolo della rubrica New entries, perché quello iniziava ad infastidirmi (il tag sotto al post rimarrà lo stesso, solo per aiutarmi ad avere tutte le puntate sempre unite). So che può sembrare una cosa strana, ma è davvero così ahahahha non mi piaceva più, quindi ho deciso di renderlo più colloquiale ed adatto a me.



Come potete vedere, negli ultimi mesi sono entrati a far parte della mia libreria diversi volumi. Tra di loro ce ne sono tre di mia sorella ('Il ladro gentiluomo', 'L'equilibrio della lucertola' e'La follia dell'imperatore') e uno acquistato da mia madre (la bellissima edizione de 'Viaggio al centro della terra'). Tutti gli altri li ho acquistati io ed hanno tutti delle storie piuttosto interessanti dietro.
Partiamo da quella più negativa, che riguarda l'acquisto di 'E buonanotte' (di Daniele Doesen't Mattere, uno Youtuber simpaticissimo che vi consiglio di andare a cercare) ed 'Evadne e la valle delle Gorgoni'. Praticamente questa estate mi è stato regalato un buono Feltrinelli e, siccome entrambi i libri non erano disponibili nella libreria fisica, ho deciso di acquistarli sul sito online... non l'avessi mai fatto, una tragedia! Prima hanno fatto problemi con la reperibilità del libro edito Dunwich e mi hanno proposto l'invio di un solo libro (okay, può succedere, che problema c'è), ad un certo punto hanno annullato l'intero ordine, poi dopo 20 giorni (e numerosi miei messaggi in cui cercavo di capire cosa cavolo stesse succedendo e perché mi trovassi la giftcard vuota nonostante l'ordine annullato da loro stessi - e ricevendo risposte in cui venivo trattata come se fossi scema), improvvisamente i libri sono stati spediti e sono arrivati a destinazione. E' stata un'esperienza terribile, non credo proprio che acquisterò nuovamente dal sito LaFeltrinelli. Tra l'altro il libro di Daniele è arrivato anche rovinato. Ne vogliamo parlare?
Le altre due storie sono migliori, per fortuna. 
Sempre questa estate ho acquistato 'Magazzino 18' (adoro Simone Cristicchi e spero di trovare nel suo libro le sue capacità poetiche trasmesse attraverso la sua musica) ed 'Il secondo libro della giungla' a Napoli, dove sono stata per un giorno in compagnia di Gennaro e di alcuni nostri amici. A parte il caldo insopportabilmente afoso ed appiccicoso, sono stata contenta.
'Il figlio del drago', 'Un po' di sole nell'acqua gelida' e 'La verità sul caso Harry Quebert', invece, li ho presi a Torino poco tempo fa alla manifestazione Portici di carta. Devo dire che è stato davvero bello vedere Torino invasa da banchi di libri. Qui ho trovato moltissime cose interessanti, di qualsiasi ambito (libri classici, dedicati allo sport, moltissimi focalizzati sul Giappone e qualsiasi altro genere) ed anche due tipi di venditori, oltre a quelli classici che vendevano a prezzo pieno: quelli grandiosi e quelli che se ne approfittavano. E' stato veramente triste notare come, su alcune bancarelle, i prezzi dei libri fossero stati aumentati 'coprendo' il prezzo reale con un pezzetto di carta e riscrivendo quello 'nuovo' sopra penna. Questa cosa mi ha fatto davvero storcere il naso, ma per fortuna erano pochi i banchi in questione.
Dall'altro lato c'erano moltissimi banchi di librerie pieni di sconti. Ho preso il libro di Dicker a metà prezzo, mentre gli altri tre li ho pagati solo un euro l'uno! Anche il mio fidanzato ne ha comprati due, una bellissima gioia!
L'ultimo libro entrato a far parte della mia libreria è 'Io sono cupido', che mi è stato gentilmente inviato dalla casa editrice ed ho già recensito qui nel blog.

Conoscete questi volumi? Ne avete letto qualcuno?
E qual é la peggiore/migliore esperienza vissuta comprando libri?

2 commenti:

  1. *-* Belli tanti libri!
    Io voglio leggere "La verità sul caso Harry Quebert", ci giro intorno da un bel po', ma prima o poi riuscirò...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo puntavo da anni ed avendolo trovato a metà prezzo alla fine ho ceduto!

      Elimina

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)